(CorSera) Un «copyright» per Madre Teresa di Calcutta

Notizie



Banche e scuole di manager utilizzano la sua immagine

 

Contro l’uso «selvaggio» del nome della religiosa sono scese
in campo le Missionarie della carità, ordine da lei fondato


 

CALCUTTA – L’ordine di suore fondato da Madre Teresa di Calcutta








 

vuole il copyright per tutelare il suo nome, nel tentativo fermare le altre organizzazioni – da banche a scuole di business – cheprovano a trasformare in denaro l’immagine della futura beata, già premio Nobel per la Pace. «Vogliamo la protezione legale per l’uso del nostro logo, per il nome di Madre Teresa e di quello delle Missionarie della Carità», ha dichiarato la sorella Nirmala, capo dell’ordine.



DIRITTO D’AUTORE – Le Missionarie della carità, fondate nel 1950, hanno detto di aver ricevuto rapporti su diverse organizzazioni che stanno utilizzando il nome di Madre Teresa così come il logo dell’ordine: una croce dentro un ovale e circondata da un rosario. In un caso, l’ordine è riuscita a convincere l’«Istituto di management Madre Teresa» a togliere il nome. I media hanno riferito anche che una banca è tra le organizzazioni che provavano a capitalizzare il suo nome. Le Missionarie della carità hanno fatto richiesta all’ufficio del copyright indiano.

LA SANTA SEDE – Il Vaticano ha in programma di beatificare Madre Teresa il prossimo 19 ottobre. Madre Teresa, che è morta nel 1997 a Calcutta a 87 anni, era di origine albanese e vinse il premio Nobel per la pace nel 1979.
9 luglio 2003