Totus tuus - Martirologio romano

Martirologio romano

23 Ottobre

Sant'Antonio Maria Claret, Vescovo e Confessore, il cui giorno natalizio si celebra nel giorno seguente.

Presso Villak, in Ungheria, il natale di san Giovanni da Capistrano, Sacerdote dell'Ordine dei Minori e Confessore, illustre per la santità della vita e per lo zelo nel propagare la fede cattolica; il quale colle sue preghiere e coi suoi miracoli, sbaragliato il formidabile esercito dei Turchi, liberò dall'assedio la fortezza di Belgrado. La sua festa però si celebra il ventotto Marzo.

Così pure ad Antiochia il natale di san Teodoro Prete, il quale, preso nella persecuzione dell'empio Giuliano, e, dopo la pena dell'eculeo e molti durissimi supplizi, arso ancora nei fianchi con fiaccole accese, finalmente, perseverando nella confessione di Cristo, fu ucciso colla spada, e così compì il martirio.

Nel campo Ursoniano, presso Cadice, in Spagna, i santi Martiri Servando e Germano, i quali, nella persecuzione di Diocleziano, sotto il Vicario Viatore, dopo le battiture, lo squallore del carcere, il tormento della fame e della sete e lo stento di un lunghissimo viaggio, che dovettero fare carichi di ferro, da ultimo colla decapitazione compirono il corso del loro martirio. Di essi Germano fu sepolto a Mérida, e Servando a Siviglia.

A Costantinopoli sant'Ignazio Vescovo, il quale, avendo rimproverato Barda Césare perchè aveva ripudiato la moglie, fu da lui molto maltrattato, e mandato in esilio, ma, rimesso nella sua sede dal Romano Pontefice san Nicola, finalmente si riposò in pace.

A Bordeaux san Severino, Vescovo di Colonia e Confessore.

A Rouen san Romano Vescovo.

Presso Salerno san Vero Vescovo.

Nel territorio di Amiens san Domizio Prete.

Nel distretto di Poitiers san Benedetto Confessore.

A Mantova il Beato Giovanni Buono, dell'Ordine degli Eremitani di sant'Agostino, Confessore, la cui illustre vita fu scritta da sant'Antonino.