Mons. Conley (Nebraska): nella Chiesa c’è confusione sulla sessualità

Chiesa,Matrimonio e Famiglia

Vescovo Conley: nella Chiesa ci sono voci inquietanti, anche ad altissimo livello, in materia di sessualità

Il vescovo James Conley, vescovo di Lincoln, Nebraska, ha detto che c’è “incertezza e confusione” all’interno della Chiesa sull’insegnamento morale, anche “ad un livello molto alto” della gerarchia. Nella Chiesa ci sono voci inquietanti, anche ad altissimo livello, in materia di sessualità.

Di seguito un articolo dello staff del Catholic Herald, nella traduzione di Sabino Paciolla.

_____

Il vescovo James Conley, vescovo di Lincoln, Nebraska, ha detto che c’è “incertezza e confusione” all’interno della Chiesa sull’insegnamento morale, anche “ad un livello molto alto” della gerarchia.

Nel mentre ha lodato Papa Francesco, il vescovo ha anche discusso il ruolo del papato, dicendo che anche i papi “non possono rovesciare ciò che è stato insegnato infallibilmente”.

Le osservazioni del vescovo Conley sono comparse in un’intervista con il professor Robert George della Princeton University, che appare come un capitolo in un nuovo libro, Mente, Cuore e Anima: gli intellettuali e il cammino verso Roma.

Al vescovo sono state chieste informazioni sulle divisioni all’interno della Chiesa. [Conley] Ha risposto che “sembrano esserci delle voci all’interno della Chiesa, alcune ad altissimo livello, che mettono in discussione alcune verità fondamentali sulla persona umana”. Il vescovo Conley, che presiede la sottocommissione dei vescovi statunitensi per la promozione e la difesa del matrimonio, ha detto che si riferiva in particolare alle verità sul matrimonio e sulla sessualità.

Queste verità sono state a lungo insegnate dalla Chiesa“, ha detto il vescovo Conley al professor George, “e sono state fortemente riaffermate da Papa Giovanni Paolo II e da Papa Benedetto XVI. Domande riguardanti la natura e la funzione della coscienza, il peccato e l’atto morale, il male intrinseco e la legge naturale”.

Mons. Conley ha detto che “alcune voci” sono “molto inquietanti. E alcune di esse sono voci molto importanti – teologi e persino vescovi, arcivescovi e cardinali”.  Ma nonostante queste “divisioni sempre più profonde”, il vescovo ha detto di non essere “scosso“. “Ho fiducia che lo Spirito Santo alla fine risolverà tutto e non lascerà che la Chiesa vada fuori strada”.

Il vescovo Conley ha detto di pensare che Papa Francesco sostenga gli insegnamenti della Chiesa. Il vescovo ha anche considerato “cosa i fedeli cattolici sarebbero vincolati dalla coscienza a fare se, Dio non voglia, la loro coscienza correttamente formata dovesse entrare in conflitto con qualcosa che un papa dice.  Potrebbe essere Papa Francesco o qualsiasi papa”.

In tali circostanze, ha sostenuto il vescovo, sarebbe necessario “andare con il sensus fidelium – “la fede della Chiesa attraverso i secoli, ieri, oggi e per sempre”.  Il vescovo Conley ha distinto tra il sensus fidelium – “l’insegnamento fermo, costante e vero della Chiesa” – e il dissenso moderno, per esempio, sulla contraccezione.

Mons. Conley ha detto che ci sono stati “rari” i momenti della storia in cui un papa ha detto “qualcosa che contraddice o è logicamente incoerente con l’insegnamento fermo e costante della Chiesa su una questione di fede o di morale”. Se questo accade, ha detto, è importante ricordare che “il papa non può rovesciare ciò che è stato insegnato infallibilmente dal magistero papale stesso, da un concilio ecumenico o dal magistero universale ordinario”. I papi non sono “dittatori“, ha detto, e “la fede della Chiesa non sta in un papa”.

Il vescovo Conley ha detto che il beato John Henry Newman potrebbe aiutare i cattolici a “comprendere l’ufficio di Pietro, specialmente nell’attuale pontificato”.  Mentre Newman “aveva un sano rispetto, obbedienza e ammirazione per il papato”, sapeva anche “che non tutte le parole che uscivano dalla bocca di un papa sono necessariamente autentica dottrina cristiana”. Il vescovo Conley ha detto che questa consapevolezza rese Newman impopolare con figure potenti, e può aver impedito a Newman di essere fatto vescovo.

 

Sabino Paciolla, per https://www.sabinopaciolla.com/vescovo-conley-nella-chiesa-ci-sono-voci-inquietanti-anche-ad-altissimo-livello-in-materia-di-sessualita/ – Fonte: Catholic Herald

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *