(Avvenire) Missionari sprovveduti o profeti?

Notizie

“Avvenire”, 18.10.02

INCHIESTA

Stampano riviste, fanno campagne Ma qual è il peso della loro cultura nella
società italiana?

Mondin: «Molto attenti alla giustizia, meno allo spirito» Padre Sorge: «Non
siamo capaci di farci ascoltare» Sesana: «Tornare in patria più spesso per
fare mediazione»

Di Roberto Beretta
(altro…)

(Avvenire) Vangeli, quale lingua?

Notizie

“Avvenire”, 16 ottobre 2002

BOTTA E RISPOSTA

Scritti in aramaico e poi tradotti in greco?

Studiosi divisi su una querelle
che investe anche la questione della storicità

«La nostra teoria consente di chiarire alcuni aspetti rimasti irrisolti – e
a volte contraddittori – nei testi dei 4 evangelisti»

Di JosÉ Miguel Garcia
(altro…)

(Avvenire) XXI secolo, i politeisti alla riscossa

Notizie

“Avvenire”, 9.10.2002

Il monoteismo è troppo impegnativo e, più che altro, poco
«tollerante». Per questo sempre più persone preferiscono rifugiarsi in un
pantheon su misura. Gli intellettuali rispondono alla provocazione lanciata
da Lucetta Scaraffia

Cardini: «Laicismo antistorico». Silvia Ronchey: «Il passato è
complesso». Conte: «Centrale il rapporto con la natura». Enzo Bianchi:
«L’idolatria è un rischio»

Di Alessandro Zaccuri (altro…)

(Avvenire) Francescani nel mirino a Mosca

Notizie

“Avvenire”, 15.10.02

CATTOLICI NEL MIRINO

Padre Vecchiato, superiore generale dei conventuali: «Accuse
infami. Siamo vittime di un’operazione orchestrata per colpire i nostri
confratelli e gettare il discredito sui cattolici»

Russia, un «ignobile attacco»

Durissima risposta del Vaticano alla campagna diffamatoria
avviata dai media russi contri i francescani di Mosca. Navarro Valls: adesso
la giustizia deve fare il suo corso

Da Roma Salvatore Mazza
(altro…)

(Avvenire) L’internazionale del terrore islamico

Notizie

“Avvenire”, 19.10.02

IL FATTO

La proliferazione dei movimenti radicali è avvenuta molti anni prima
dell’apparizione sulla scena di Benladen I «padri» sono Banna, che nel 1928
diede vita in Egitto ai Fratelli musulmani, e Maududi, che ha operato dal
’41 nel subcontinente indiano

Il punto di svolta è stato la guerra in Afghanistan contro i sovietici: i
mujaheddin hanno esportato la lotta creando i presupposti della “rete” in
cui adesso opera il gruppo dello sceicco saudita

Di Camille Eid

(altro…)