Totus tuus network: Pubblicazioni

Cerca in questo argomento:   
[ Vai in Home | Seleziona un nuovo argomento ]

 «Vagliate ogni cosa, tenete ciò che è buono». 
  Dizionario elementare del pensiero pericoloso

Il vizio di mettere le facce di Gesù accanto a quelle di Martin Luther King e Gandhi permane. Sui catechismi, sui muri di certe chiese e nei poster (grandi, di cartone, colorati dai «ragazzi» e messi di fianco all’altare) spesso compaiono le loro facce. Anzi, ultimamente Gesù è stato sostituito da Madre Teresa, conforme all’inno di Jovanotti (la cui profondità culturale è data dall’inserimento, nella sua nota canzonetta, del Che Guevara, così il cattocomunismo è completo).

Insomma, non-violenza e «poveri» (o «ultimi» o «periferie», scegliete voi): i nuovi princìpi non negoziabili del cattolicamente corretto. In certe chiese, tra i «canti» liturgici ogni tanto spunta De André. I più scafati tra noi sanno chi furono in realtà certi personaggi (Madre Teresa a parte) e non ci cascano. Ma ogni pochi anni una nuova generazione di ignoranti passa dalla scuola dell’obbligo alle superiori, e va informata. Certo, per molti si tratta sempre delle stesse cose (e non vi dico il tedio per chi, come me, le ripete da oltre trent’anni), ma l’apologetica non può prescinderne.

Per questo l’Istituto di Apologetica legato alla rivista «Il Timone» ha messo insieme una nutritissima squadra di apologeti - molti dei quali firmano anche sulla Nuova BQ - per mettere in guardia da certi autori o personaggi che sembrano cristiani ma non lo sono affatto. Le voci del Dizionario Elementare del Pensiero Pericoloso (pp. 675, €. 25) sono centinaia e decine sono gli esperti che le hanno compilate (a cura di Mario Iannaccone, Marco Respinti e Gianpaolo Barra). Il sottoscritto ne ha redatte alcune, segnatamente quelle indicate più sopra; ma ci trovate anche Adriano Olivetti, Osho, Sergio Quinzio, Enzo Bianchi, Guido Ceronetti, Gabriele D’Annunzio eccetera eccetera.

Come tutti i dizionari, si può aprire a caso o cercare la voce che vi interessa. Mettiamo che vostro cognato abbia in mano un libro di Elémire Zolla e ne sia entusiasta. Ve ne parla con tale fervore che a voi suona un campanello d’allarme in testa (o, se vi chiamate Peter Parker, lo spider-sense vi fa prudere la nuca). Non dovete fare altro che consultare il Dizionario per vedere chi è esattamente quell’autore e apprendere, nel suo pensiero, dove sta il trucco. Poi, debitamente informati e formati, tornate da vostro cognato e aprite il dibattito.

«Consigliare gli erranti» è giusto una delle «opere di misericordia» che la Chiesa raccomanda. Cosa credevate, che la misericordia consistesse solo nel dare la comunione a chi la pretende? Ecco, per quanto riguarda il mio lavoro, è bene sapere che a Martin Luther King e a Gandhi della religione non importava un fico secco, e la loro non-violenza era solo un metodo di lotta politica, l’unico praticabile nel loro contesto e nel loro periodo storico.

Quanto a De André, nemmeno le canzoni che passano in chiesa hanno alcunché di religioso. Anche se, con qualche sforzo, si può far finta che lo siano. Si tenga presente che, nei suoi duemila anni, la Chiesa è stata sempre tollerante con tutte le filosofie, anche col paganesimo più spinto. Su una sola cosa è stata feroce: le eresie. Proprio per la loro somiglianza con il cristianesimo. Lo stesso fa lo Stato: una banconota falsa merita la galera, non così una banconota di latta o di plastica. La prima è pericolosissima, la seconda è innocua. Attenzione dunque al «pensiero pericoloso», sia di Erasmo da Rotterdam o addirittura di Giovanni Pascoli. Leggere per credere. 

Rino Cammilleri per http://www.lanuovabq.it/it/articoli-un-dizionario-contro-il-pensiero-pericoloso-18587.htm

_____

Dall'introduzione del nuovo Dizionario elementare del pensiero pericoloso, a cura di Gianpaolo Barra, Mario A. Iannaccone, Marco Respinti (Istituto di Apologetica)

 

«Questo dizionario nasce come ideale continuazione del lavoro che l’Istituto di Apologetica ha realizzato lo scorso anno, il Dizionario elementare di apologetica. Se quello era una raccolta di temi, personaggi, luoghi comuni su cui il cattolico è, appunto, comunemente interpellato e provocato nella vita privata come in quella scolastica, professionale e nel dibattito pubblico, questa nuova piccola opera ha un obiettivo diverso. Vuole essere una raccolta di autori che hanno espresso, in opere o interventi pubblici, un pensiero pericoloso, giudicato tale da tre punti di vista: la dottrina cattolica, la legge naturale e il realismo filosofico che ha in san Tommaso, come la Chiesa Cattolica ha ribadito nei secoli, un interprete sommo.

Non è certo una “lista di proscrizione”, non è affatto un giudizio sulle persone, non vuole nemmeno essere una valutazione sintetica sull’opera complessiva degli autori citati. Si tratta piuttosto di un’evidenziazione di quelle parti della loro opera oppure di quelle prese di posizione che risultano problematiche o in contrasto con i parametri di cui sopra.
Per questo, il lettore troverà anche nomi che possono accampare meriti culturali, storici, perfino teologici che nessuno intende sminuire, accanto ad altri dal profilo più marcatamente e complessivamente negativo.

L’insieme delle “voci” è tutt’altro che esaustivo, ovviamente. È piuttosto un campione, eterogeneo, in cui si è cercato di tenere insieme figure di grande prestigio nella storia della cultura e altre che hanno invece un rilievo nel contesto contemporaneo così come nella cultura popolare.

È quindi un campione che vuole essere simbolico e come tale di stimolo nel risvegliare un atteggiamento: quello della disamina critica, seguendo il consiglio di san Paolo: «Vagliate ogni cosa e tenete ciò che è buono» (1 Ts 5,21).

Lo schema che è stato nella sostanza adottato per tutte le “voci”, al di là della forma con cui le stesse sono state redatte, propone una breve introduzione biografica, la scelta di alcune espressioni rappresentative del pensiero dell’autore (o, meglio, di quei suoi aspetti qui presi specificamente in esame), e una serie di risposte che contengono un’ulteriore spiegazione e un giudizio.

Abbiamo pensato e cercato di realizzare questo sussidio come un agile ma quanto più possibile preciso strumento di orientamento. Se già riuscissimo anche solo a evitare che qualcuno sbandasse ‒ anzitutto noi ‒, saremmo più che ripagati.


Milano, 8 dicembre 2016
Solennità dell’Immacolata Concezione»

 

200 voci

30 autori (Agnoli, Cammilleri, Cascioli, Crescimanno, Livi, Carbone, Cavalcoli, Coggi, Gotti Tedeschi, Marchesini, Morselli, Pellicciari, Pennetta, Puccetti, Scandroglio, Timossi....)

700 pagine (Per rispondere a errori, imprecisioni, falsità, luoghi comuni ed eresie)  

Euro 25 (+ Spese spedizione: € 4.50)

http://www.iltimone.org/35452,Quaderni.html

Argomento: Pubblicazioni

UNA LETTURA DEL BIENNIO SINODALE – di GIUSEPPE RUSCONI – su www.rossoporpora.org – 14 dicembre 2015

Tante cose sono successe nei due anni caratterizzati dallo sviluppo del dibattito sinodale sulla famiglia. Cerchiamo di ripercorrere sinteticamente il biennio - in sé non ancora concluso poiché si attende il documento magisteriale conclusivo di papa Francesco – evidenziandone i  momenti che riteniamo più significativi di un itinerario molto tormentato.

Argomento: Pubblicazioni

Vatican Insider

Il Medioevo e la nascita della scienza moderna

Tradotta anche in italiano «La genesi della scienza», l’opera del fisico Hannam che, fra l’altro, dimostra come gli studi e le scoperte di Galilei si fondino sui suoi «precursori medievali»

Giuseppe Brienza

Argomento: Pubblicazioni

CorSera 2 aprile 20015

Gli spettatori del male che non vedono Dio
Uno scritto di Ratzinger sul Venerdì Santo. Cristo, Auschwitz, i demoni della Storia
Joseph Ratzinger

Il Venerdì Santo della storia negli orrori del Novecento, dalla Shoah al grido dei poveri, «gli slums degli affamati e dei disperati». Il testo che pubblichiamo è la prima parte del saggio di apertura del libro «Gesù di Nazaret. Scritti di cristologia», secondo tomo del volume VI della Opera omnia di Joseph Ratzinger-Benedetto XVI, che verrà pubblicato a novembre in traduzione italiana dalla Libreria Editrice Vaticana. Scritto nel 1973, il testo è uscito nel 2014 in Germania presso la casa editrice Herder, che sta pubblicando le Gesammelte Schriften di Ratzinger, a cura del cardinale Gerhard Ludwig Müller. Una riflessione vertiginosa in risposta al grido degli ultimi: «Dove sei, Dio, se hai potuto creare un mondo così?»

Argomento: Pubblicazioni

Corrispondenza Romana 04 marzo 2015 - 14:41

Mario Palmaro. Il buon seme fiorirà

(di Cristina Siccardi) Non c’era citazione più propizia per dare inizio ad un’antologia di testimonianze dedicate al Professor Mario Palmaro, come quella che Alessandro Gnocchi, il suo specialissimo amico, nonché alleato inscindibile di battaglia per le verità di fede e di vita, ha scelto, curando una raccolta di importanti e bellissime testimonianze, dal titolo Mario Palmaro. Il buon seme fiorirà (Fede & Cultura, pp.152, € 16.00).

Argomento: Pubblicazioni

Rapporto ACS 2014 sulla libertà religiosa nel mondo

Il rispetto della libertà religiosa nel mondo continua a diminuire. È quanto emerge dalla XII edizione del Rapporto sulla Libertà Religiosa nel Mondo della Fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre. Il rapporto, nato nel 1999, fotografa il grado di rispetto della libertà religiosa in 196 paesi, analizzando le violazioni subite dai fedeli di ogni credo e non solo dai cristiani. «La libertà religiosa è per sua stessa natura un diritto da garantire a chiunque – scrive nella prefazione del volume Paul Bhatti, già ministro federale pachistano per l’Armonia nazionale e gli affari delle minoranze e fratello del compianto Shahbaz Bhatti, ministro per le minoranze ucciso nel 2011 – e, considerata la situazione di moltissimi gruppi religiosi, il Rapporto ci obbliga a guardare con nuovi occhi a questo diritto fondamentale, che è condizione imprescindibile di ogni società libera e giusta».

Argomento: Pubblicazioni

L’Anticristo è già tra noi

di p. Piero Gheddo

L’Anticristo è il Demonio e tutte le forze del male che si oppongono alla venuta del Regno di Dio e di Cristo negli ultimi giorni, ma anche nella storia dell’uomo (Apocalisse, I e II Lettera di Giovanni, II Lettera di Paolo ai Tessalonicesi). Ma è anche il titolo del libro di Friedrich Nietzsche (1844-1900), che un laico cattolico, Agostino Nobile, ha commentato nel volumetto pubblicato nel luglio 2014: “Anticristo superstar” (Edizioni Segno, Udine – pagg. 120). Agostino Nobile, sposato e padre di due figli, professore di storia della musica, 25 anni fa decise di lasciare l’insegnamento per studiare le culture non cristiane ed è vissuto per dieci anni nel mondo musulmano, indù e buddista, esperienza che ha rafforzato la sua fede cattolica. Nobile vive oggi in Portogallo con la sua famiglia, si dedica agli studi per approfondire la sua fede e ha lavorato fino ad un anno fa come pianista e cantante.

Argomento: Pubblicazioni

La crisi giuridica. Sulla Dottrina sociale

Quinto rapporto sulla dottrina sociale della Chiesa nel mondo
Intervista all’Arcivescovo Giampaolo Crepaldi

Esce oggi nelle librerie, per le edizioni Cantagalli, il V Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân. Al Presidente dell’Osservatorio, arcivescovo Giampaolo Crepaldi, vescovo di Trieste, abbiamo posto alcune domande

Argomento: Pubblicazioni

Osservatore Romano (fonte Tempi.it)

L’Ossevatore Romano fa a pezzi l’ultimo Dan Brown: sembra copiato da una guida turistica scadente

agosto 13, 2013 Silvia Guidi

Il quotidiano vaticano demolisce Inferno: pare tratto da un sito stile tripadvisor. Imprecisioni, assurdità, comici strafalcioni. E una certa simpatia per le tesi transumaniste e malthusiane già smentite dalla storia. Pronto per il cinema

Argomento: Pubblicazioni

IL VERO VOLTO DELLA CHIESA NEL SORRISO DI UNA RAGAZZA. CHIARA E IL CONCLAVE

Libero 26 febbraio 2013

di Antonio Socci

I mass media continuano a non capire la Chiesa, anche alla vigilia del prossimo Conclave. Per comprenderne il mistero bisognerebbe – per esempio – leggere un libro straordinario, “Solo l’amore resta” (Piemme), dove Chiara Amirante – 45 anni circa – racconta la sua storia.

Argomento: Pubblicazioni

Javier Zanetti si racconta: «Sono a disposizione di Dio»

Febbraio 7, 2013 Daniele Guarneri – Tempi.it

Nel libro di don Arturo Cattaneo, il capitano dell’Inter racconta la sua fede in Dio. Devoto di santa Rita da Cascia, Pupi affida a lei le (tante) gioie e le fatiche di ogni giorno.

Argomento: Pubblicazioni

Alla scoperta di Dio. Con Ruini come guida

E non un dio qualsiasi, ma quello di cui Gesù è il grande segno. Un libro per chi già crede, ma prima ancora per chi è perplesso, incerto, inquieto. Su un tema che è anche la maggiore priorità di questo pontificato

di Sandro Magister

Argomento: Pubblicazioni
Avvenire 5 luglio 2012
 
Ma un po' di «anticlericalismo può far bene ai cattolici
 
Sentite questa: «O riprovevoli uomini carnali, perché desiderate con tanto ardore ambizioso l’alta carica ecclesiastica? Perché con tanto desiderio tentate di irretire il popolo di Dio con i lacci della vostra perdizione?». O anche questa: «Gonfiàti di superbia, sono divoratori delle anime ricomprate dal sangue di Cristo». O ancora: «Per poter fare il male che vogliono, si mettono le vesti delle pecorelle. Questi tiepidi e falsi fratelli hanno distrutto la Chiesa di Gesù Cristo, con la loro ipocrisia hanno rovinato ogni cosa».

 

Argomento: Pubblicazioni

5 aprile 2012 :: Sette de Il Corriere della Sera

Il Vangelo rinasce nei santuari

di Vittorio Messori

Domenica di Pasqua. Per la fede, è l’ evocazione della risurrezione di quel Gesù, crocifisso tre giorni prima, che -proprio uscendo dal sepolcro- mostra di essere il Cristo, il Messia annunciato dai profeti e atteso da  Israele. Molti, anche tra i credenti, hanno dimenticato che , per secoli, in confronto alla Pasqua il Natale fu una festa secondaria e che, ancora oggi, le Chiese orientali danno maggior risalto liturgico alla Epifania, segno della manifestazione di quel Messia a tutte le genti. E quanti, pur tra coloro che praticano la Messa, ricordano che la domenica si chiama così (Dies Domini, giorno del Signore) perché è il rinnovamento, 54 volte l’anno, di quel “giorno dopo il sabato“ in cui avvenne il Grande Evento?

Argomento: Pubblicazioni
Avvenire 14 febbraio 2012
 
Omero e Montale, i libri di Barsotti

Non si può parlare delle fonti di don Divo e ignorare la sua biblioteca. Don Divo si costruì e si costituì in tanti anni una preziosa biblioteca, luogo per lui vitale, che al termine della sua vita ammonterà a circa 12.000 volumi. Acquistava personalmente i libri, li leggeva sottolineandoli, facendo anche dei brevi commenti negli spazi in margine. Amava entrare in dialogo con gli autori che via via andava conoscendo e studiando. Non era di quelli che vanno a prelevare il testo nelle sale di una biblioteca per poi riporlo, una volta letto, nello scaffale con un certo distacco; non esageriamo se affermiamo che i libri che andava acquistando diventavano per lui quasi come dei figli. E i figli non si possono prestare ad altri: rimangono tuoi.

Argomento: Pubblicazioni

Come agnelli portati al macello
24 luglio 2011 / In News

di Antonio Socci

C’è un volto di bambina con degli orecchini e un piccolo crocifisso al collo. La fanciulla guarda qualcuno fuori campo, con espressione seria e interrogativa.

Sopra la foto si legge: “Perché mi perseguiti?”. Il sottotitolo recita: “Libertà religiosa negata. Luoghi e oppressori, testimoni e vittime”.

Argomento: Pubblicazioni

Avvenire 5 agosto 2011

La società «perfetta» che rinunciò a Dio

Quali romanzieri legge un Papa? Ora abbiamo una risposta su un narratore amato da Benedetto XVI. E riguarda uno scrittore inglese, convertitosi al cattolicesimo e vissuto a cavallo tra Otto e Novecento. Era figlio dell’allora primate della Chiesa anglicana, cresciuto a pane, Bibbia e liturgia, senza che davvero il suo cuore bruciasse per l’Eterno: «Teoricamente accettavo il credo cristiano, ma esso non condizionava la mia volontà o le mie emozioni, se non per brevi periodi.

Argomento: Pubblicazioni
il Giornale di mercoledì 02 marzo 2011

Papa Ratzinger racconta l'ultima settimana di Gesù
di Andrea Tornielli

Il nuovo libro di Benedetto XVI è dedicato alla vita di Cristo, dall'ingresso a Gerusalemme fino alla resurrezione. E risponde ad alcune domande cruciali: che cosa è veramente accaduto? E chi fu responsabile per la sua morte?
Argomento: Pubblicazioni
Reportage. Ottant’anni da Ruini. Don Camillo e il cardinal vicario. Una storia italiana

di Paolo Rodari

Don Emilio Landini, 76 anni, come un fratello per il cardinale Camillo Ruini, siede nella redazione del settimanale diocesano la Libertà al primo piano di un immenso edificio anni Quaranta, in parte disabitato, il seminario della diocesi di Reggio Emilia. Un tempo per gli scaloni salivano e scendevano frotte di seminaristi, più di cinquecento negli anni Cinquanta. Oggi sono solo venti. Don Landini ha appena chiuso l’ultimo numero della Libertà dedicato agli ottant’anni di Ruini (numero 7, anno 59) che titola: “Ruini, pastore e teologo appassionato di Dio”. Davanti a un vecchio Macintosh don Ladini scorre le foto di Ruini giovane prete e parla di lui con toni d’altri tempi: “Gentilissimo nel tratto quanto determinato nel prendere decisioni anche impopolari, Ruini sa sorridere di se stesso, e fare ironie accompagnate da una sonora risata”.
Argomento: Pubblicazioni
Avvenire 27 novembre 2010
IL CASO

Waters: «Avevo ucciso Dio sull’altare del ’68»


Prima la triste vicenda degli abusi sessuali di minori da parte di preti cattolici, con la forte opera di espiazione promossa da Benedetto XVI, ora la crisi finanziaria col rischio di "bancarotta pubblica". Questi due fatti hanno riacceso le luci della ribalta sull’Irlanda, paese considerato "tout court" cattolico. La nazione "verde" è un esempio emblematico di un certo cattolicesimo "popolare", ma stretto nella morsa di una tradizione che non interloquisce più con il popolo e un mainstream culturale progressista, che svilisce la religione nel suo afflato di verità. In questa tenaglia è caduto (ma si è pure liberato), John Waters, uno dei giornalisti e commentatori più apprezzati a Dublino, arrivato a scrivere dopo un’esistenza avventurosa in cui ha fatto diversi lavori manuali (magazziniere, benzinaio, …), amico degli U2 e già compagno di Sinead O’Connor, la celebre e trasgressiva pop star.
Argomento: Pubblicazioni
il Giornale giovedì 21 ottobre 2010

Il capitalismo è il figliol prodigo del cristianesimo E meno male

di Carlo Lottieri

Pubblicato prima che la crisi dei mutui sub-prime e il dissesto dei bilanci pubblici europei diffondessero una grande ansia sulle nostre prospettive, il volume scritto a quattro mani da Ettore Gotti Tedeschi e Rino Cammilleri (Denaro e Paradiso. I cattolici e l’economia globale) torna in libreria in una nuova versione edita da Lindau (pagg. 154, euro 15).
Argomento: Pubblicazioni

 

il Giornale 6-10-2010

«Ma che killeraggio: il dizionario di Alberto Melloni è a senso unico»

di Andrea Torniell
Argomento: Pubblicazioni
da "L'Osservatore Romano" del 28 marzo 2010

LA "VOCAZIONE DI SAN MATTEO" DI CARAVAGGIO.
DA UN MICHELANGELO ALL'ALTRO

di Giorgio Alessandrini

Nella poetica di Michelangelo Merisi, il Caravaggio, la ricerca degli effetti di luce e di ombre, ben più che virtuosismo pittorico, è mezzo per far passare messaggi simbolici.
Argomento: Pubblicazioni

Alla Casa Bianca c'è uno strano profeta

Si chiama Barack Obama e la sua visione messianica somiglia a quella di Gioacchino da Fiore. In Vaticano ci hanno persino creduto. Ecco la storia di un falso che però ha un fondo di verità

di Sandro Magister
Argomento: Pubblicazioni

E’ uscito oggi in libreria il mio libro “CATERINA. diario di un padre nella tempesta” (Rizzoli). Qua sotto anticipo la prefazione (uscita anche su Libero di oggi) dove spiego il perché mi sono messo in questa impresa

Antonio Socci


Quei bambini del lebbrosario…

Argomento: Pubblicazioni

Il prossimo 16 luglio la Chiesa festeggia Nostra Signora del Monte Carmelo. Totustuus.it è lieta di offrire ai suoi visitatori - nel nono anniversario di quel 16-7-2001, quando iniziò ad operare - un importante volume inteso ad approfondire uno dei tratti caratteristici del Magistero di Papa Benedetto XVI:


La fede nel Terzo Millennio: come si è giunti a questa situazione?
Per una storia del secolarismo e delle sue cause


Presentazione con parole di S. S. Benedetto XVI: "Il mondo attuale è segnato dal processo di secolarizzazione che, attraverso complesse vicende culturali e sociali, ha non soltanto rivendicato una giusta autonomia della scienza e dell’organizzazione sociale, ma spesso ha anche obliterato il legame delle realtà temporali con il loro Creatore, giungendo anche a trascurare la salvaguardia della dignità trascendente dell'uomo ed il rispetto della sua stessa vita" (Benedetto XVI, 19-12-2005).
"Vi sono regioni del mondo che ancora attendono una prima evangelizzazione; altre che l’hanno ricevuta, ma necessitano di un lavoro più approfondito; altre ancora in cui il Vangelo ha messo da lungo tempo radici, dando luogo ad una vera tradizione cristiana, ma dove negli ultimi secoli – con dinamiche complesse – il processo di secolarizzazione ha prodotto una grave crisi del senso della fede cristiana e dell’appartenenza alla Chiesa" (Benedetto XVI, 29-6-2010).


1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina

2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"

3) Cercate e cliccate la categoria "Storia": http://www.totustuus.cc/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=4.



in Gesù, per Maria
Totustuus.it

Argomento: Pubblicazioni
Avvenire 30 giugno 2010

IL CASO

Il missionario Sandokan

di Roberto Beretta

«Di quando in quando le fiere assalgono non solo i pedoni, ma pur chi cavalca animali domestici. Oltre il grosso lupo dorato, vi sono grossi bufali selvatici, cinghiali e rinoceronti con la tremenda tigre... Nello spazio di sei settimane ivi trascorse, la tigre involò tre buoi e suor Nazarena medesima ne vide uno col collo sanguinante che, erompendo dai folti ed alti canneti, fuggiva verso l’abitato».
Argomento: Pubblicazioni

Cari amici
il 27/6 ricorre la Festa della Beata Vergine Maria del Perpetuo Soccorso. Per ottenere dalla Madonna Santa di fare delle vacanze buone, abbiamo cercato tra i milioni di libri - quasi tutti cattivi e pieni di eresie ed errori - presenti in Google, trovandone 25 di autori cattolici "probatissimi".
Abbiamo suddiviso queste antiche "perle di gran prezzo" per argomento, aggiungendovi una brevissima presentazione. Eccovele:

VITA INTERIORE (8)

Pinamonti , P. G.Pietro S.J., Meditazioni sugli Esercizi Spirituali di Sant'Ignazio, Ed. 1836, pag. 228 - 4,9 Mbytes
Padre Pinamonti (1632-1703) predicò missioni popolari in Italia per 26 anni, dedicandosi in particolare ad ascoltare confessioni. Le sue meditazioni sul principale testo del fondatore della sua famiglia religiosa sono forse insuperate.

Pinamonti , P. G.Pietro S.J., La causa dei ricchi, ovvero il debito ed il frutto dell'elemosina, Ed. 1836, pag. 214 - 5,2 Mbytes
Padre Pinamonti (1632-1703) fu, con il Padre Segneri, uno dei gesuiti che maggiormente evangelizzarono l’Italia di fine Seicento. Contrariamente all’odierna abitudine di maledire la ricchezza, egli insegna a farne buon uso e offre utili consigli a farsi santi pur conservando beni ingenti.

Pinamonti, P. G.Pietro S.J., Lo specchio che non inganna, ovvero la teoria e la pratica della conoscenza di se stesso, Ed. 1836, pag. 82 - 1,8 Mbytes
Padre Pinamonti (1632-1703), convinto che la santificazione del laicato fosse indispensabile alla rinascita cristiana del nostro popolo, scrisse varie opere di ascetica, tra le quali la presente è una delle più importanti.

Sales (di), San Francesco, Devotissimi esercizi di preparazione e ringraziamento da praticarsi prima e dopo la s. confessione e comunione, Ed. 1836, pag. 86 - 4,8 Mbytes
San Francesco di Sales (1567-1622), Dottore della Chiesa, è uno dei maggiori scrittori di cose spirituali dei tempi moderni (si prenda la sua "Filotea", scaricabile dai libri gratis di totustuus.it). Molto spesso ci accostiamo ai sacramenti in modo "facilone": ecco per il Santo Dottore, ci ricorda che quando riceviamo grazie immense come quelle dei sacramenti, è indispensabile che ci preghiamo con la preghiera e che ringraziamo dopo averli ricevuti.

Siena (da), Santa Caterina, Lettere, Ed. 1939, pag. 1385 - 3,2 Mbytes
L’edizione completa delle Lettere
della Santa Patrona d’Italia (1347-1380) è ormai introvabile ed è pertanto doveroso ringraziare la casa editrice laica Einaudi che le ha messe a disposizione di tutti. Dagli scritti di questa Dottore della Chiesa, si ricavano frutti spirituali non sempre accessibili in altre opere. [Questo libro è stato posto nella Sezione Scritti di santi domenicani]

Segneri, P. Paolo S.J., Il penitente istruito a ben confessarsi, Ed. 1826, pag. 180 - 3,9 Mbytes
Padre Segneri S.J. (1624-1694) fu compagno di missione del Padre Pinamonti S.J. per 26 anni, tutti spesi in Italia. Anche ai suoi tempi, come oggi, ci accostiamo al sacramento della riconciliazione con molta faciloneria: ecco allora un breve ma profondo testo ascetico che ci aiuta a non calpestare la grazia che stiamo per ricevere al confessionale.

Segneri, P. Paolo S.J., La manna dell'anima, Ed. 1827, pag. 496 - 14,0 Mbytes
Padre Segneri S.J. (1624-1694) fu un grande predicatore dell’Italia seicentesca. Questa sua opera spirituale vuole mostrare l’importanza della vita di grazie e dei mezzi per conservarla.

Veuillot, Luigi, Vita di Sua Santità Pio IX, Ed. 1863, pag. 146 - 2,4 Mbytes
Louis Veuillot (1813-1883) fu un laico che spese la vita nel giornalismo per difendere i diritti della Sede Apostolica. Legato alle personalità più fedeli al Papa del suo tempo, in quest’opera ci offre rare informazioni su quel che il Beato Pio IX dovette soffrire – anche dall’interno della Chiesa - per tutta la sua vita.

Argomento: Pubblicazioni

LETTERA APERTA

L'appello di Lino Banfi: aiutiamo Laura Antonelli oggi dimenticata da tutti


«L'ho incontrata, dice che le resta poco da vivere. Ci ha fatto sognare, ora ha solo la pensione di 510 euro»


di LINO BANFI

Argomento: Pubblicazioni

Pentecoste sul Monte Athos

Viaggio sulla santa montagna della Chiesa ortodossa. Compiuto e raccontato la prima volta nel 1997. Cioè ora, quest'anno. Perché sull'Athos i tempi della terra fanno tutt'uno con l'oggi eterno del cielo

di Sandro Magister
Argomento: Pubblicazioni

Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.161.114.13



Verifica umana
Quanto fa sei più cinque?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder