Totus tuus network: Chiesa

Cerca in questo argomento:   
[ Vai in Home | Seleziona un nuovo argomento ]

Il Papa: Sinodo importante, ho bisogno del consiglio dei vescovi

2014-04-08 Radio Vaticana

Papa Francesco ha nominato oggi vescovo mons. Fabio Fabene, sottosegretario del Sinodo dei Vescovi. In una lettera, il Papa motiva la nomina con la volontà di conferire ulteriore valore alla collegialità che l’istituzione del Sinodo ha sempre rafforzato e diffuso in mezzo secolo di esistenza. Il servizio di Alessandro De Carolis:

Argomento: Chiesa

AsiaNews 17-3-14

E' morto mons. Giuseppe Fan Zhongliang, vescovo sotterraneo di Shanghai
di Bernardo Cervellera
Ha passato circa 30 anni in prigione o nei campi di lavoro forzato. Designato successore del card. Gong Pinmei, non ha mai avuto la libertà di esercitare il suo ministero. Il governo gli ha opposto mons. Jin Luxian, morto lo scorso anno. L'unico vescovo rimasto a Shanghai, mons. Ma Daqin è agli arresti domiciliari. La benedizione del papa attraverso AsiaNews.

Argomento: Chiesa

Tempi.it - febbraio 17, 2014 Luigi Amicone

Socci: «Basta aspettare il consenso dei preti o del mondo. Tocca a noi, padri e madri, affrontare il caos»

«Finiamola di maledire la notte, ciascuno cominci ad accendere la propria candela. Cristo “ricomincia” nel popolo dei battezzati, non dalle gerarchie clericali»

Argomento: Chiesa

Corrispondenza Romana

Il Catechismo di padre Matteo Ricci

(di Fabrizio Cannone) La figura di Matteo Ricci (Macerata 1552 – Pechino 1610), pur discussa nel corso dei secoli, ha molto da insegnare.

Celebrato e commemorato sotto Benedetto XVI, che ne ha esaltato il carisma con un Messaggio al Vescovo di Macerata nel 2009, il Ricci vene spesso presentato come un precursore del Concilio Vaticano II, soprattutto a causa di alcune sue intrepide forme di apostolato e per l’assunzione della lingua, dell’abbigliamento e della cultura cinese, cose che, secondo i novatori, sarebbero il segno di quell’inculturazione tipica dell’odierna missionologia cattolica.

Argomento: Chiesa

Se i teologi del Papa rispondono agli attacchi laicisti contro la Chiesa, il teologo di Repubblica fa l’offeso

Tempi.it - gennaio 21, 2014 Correttore di bozze

Un documento vaticano risponde al «pregiudizio» che accusa le fedi di intolleranza: il cristianesimo è non-violento per definizione. Reagisce Mancuso: sbagliato, la Chiesa ha imparato dal mondo laico

Argomento: Chiesa

Fides.org 3 gennaio 2014

SPECIALE FIDES

ELENCO  DEGLI OPERATORI PASTORALI - SACERDOTI, RELIGIOSI, RELIGIOSE E LAICI - UCCISI NELL’ANNO 2013

“Siamo vicini a tutti i missionari e le missionarie, che lavorano tanto senza far rumore, e danno la vita”

(Papa Francesco, Angelus del 20 ottobre 2013

Giornata Missionaria Mondiale)

Argomento: Chiesa

Vatican insider 14/01/2014 

Il governo ucraino minaccia: fuori legge i Greco-cattolici

Rischiano la revoca dello status di religione riconosciuta se i sacerdoti continuano a essere presenti a “Maidan”, la piazza pro-Europa

Marco Tosatti
Roma

Il Ministero per la Cultura di Kiev ha ufficialmente minacciato la Chiesa greco-cattolica del Paese di revocarle lo status di religione ufficialmente riconosciuta se i suoi sacerdoti continuano a essere presenti a “Maidan”, la piazza occupata dai manifestanti in sostegno dell’ingresso dell’Ucraina in Europa. È la prima volta da quando l’Ucraina ha riottenuto l’indipendenza che una simile minaccia viene rivolta alla Chiesa di rito greco legata a Roma. È una Chiesa che ha sofferto pesantemente per la sua fedeltà a Roma. Dopo la Seconda Guerra mondiale Stalin decretò tout court la sua sparizione; vescovi, sacerdoti e fedeli conobbero persecuzione e martirio per mano del regime comunista.

Argomento: Chiesa

L'autorità intervenga almeno con la stessa durezza mostrata nei confronti dei francescani dell'Immacolata!

L’infelice sortita di mons. Mogavero

Autore: Amato, Avv. Gianfranco   Curatore: Mangiarotti, Don Gabriele
Fonte: CulturaCattolica.it
martedì 7 gennaio 2014

A partire dal costante insegnamento della Chiesa e del supremo magistero, il Vescovo è custode, e non creatore, della dottrina cattolica Sconcerta e disorienta l’ultima uscita del Vescovo di Mazara del Vallo, mons. Domenico Mogavero, circa l’apertura della Chiesa cattolica al riconoscimento legale delle unioni di fatto tra omosessuali.

Argomento: Chiesa

il Foglio - 6 dicembre 2013 - ore 21:30

Le periferie viste da Sant’Ambrogio
La secolarizzazione, l’Europa, la vera sfida della chiesa secondo Scola

Argomento: Chiesa

CorSera 22-9-2013

È STATO ORDINATO DAL CARDINALE CARLO CAFFARRA
Bologna, il professore universitario che si fa prete a 63 anni
Riccardo Vattuone: me l'ha chiesto l'arcivescovo, ho detto sì

Argomento: Chiesa

Ostia non è propriamente un centro sperduto. Pertanto, sembra strano che non si siano mai sollevate proteste per ciò che è raffigurato con tutta evidenza nella chiesa parrocchiale Santa Maria Regina Pacis, enorme costruzione in stile neo-barocco consacrata nel 1928 e da qualche anno ritoccata con nuove vetrate e nuovi (orribili) dipinti all’interno.

Ora, circa l’assenza di ogni elemento di bellezza e di cattolicità nella stragrande maggioranza delle opere di arte “sacra” contemporanea è inutile parlare, tanto è notorio. E di sicuro non bisogna prendersela solo e tanto con gli artisti, quanto piuttosto con chi commissiona loro certi lavori per poi approvarli senza batter ciglio. Ma nel caso specifico c’è un dato inquietante e gravissimo, che non esitiamo a definire blasfemo.
All’esterno della chiesa, sulla facciata laterale che dà sul cortile dei locali parrocchiali, chiunque può notare (come documentato dalle foto che alleghiamo) tre mosaici. In posizione centrale c’è Madre Teresa di Calcutta, una beata della Chiesa cattolica, mentre alla sua destra c’è il ritratto di Gandhi e alla sua sinistra quello di Martin Luther King. Sembrerebbe uno scherzo, ma purtroppo non lo è.

Qual è il punto in comune tra questi tre personaggi? Perché raffigurare su un luogo di culto cattolico due figure appartenenti a religioni diverse? Perché accostarli con una religiosa, consacrata a Dio, la cui vita e spiritualità l’hanno resa degna di essere venerata dai fedeli cattolici? Qui siamo al di là di ogni più spinto ecumenismo e di ogni più dannoso irenismo.

Associare questi tre personaggi è un atto blasfemo nei confronti della beata Teresa di Calcutta e soprattutto nei confronti di Cristo. Permettere simili operazioni “artistico-spirituali” significa non aver capito nulla del Cattolicesimo. Significa svuotarlo dell’essenziale e ridurlo a opzione meramente culturale. Significa togliere di mezzo Dio e mettere al suo posto l’uomo.
Madre Teresa non faceva filantropia, ma vera carità cristiana e infatti aiutava i poveri attingendo forza da ore e ore di adorazione eucaristica fatta in ginocchio, adorando Colui che è l’unica Via, l’unica Verità e l’unica Vita: Gesù Cristo, vero Dio e vero Uomo, Salvatore e Redentore del mondo. Gandhi e Martin Luther King, le cui vite private peraltro furono tutt’altro che esemplari, avranno anche fatto battaglie giuste, ma parziali e mancanti, perché non erano nella piena Verità.

Il dramma della Chiesa attuale è proprio questo: in nome del buonismo, del politicamente corretto, degli applausi, delle battaglie civili, essa ha smarrito ciò che la fonda, cioè Cristo. La confusione dottrinale è talmente grande che non ci si accorge nemmeno di errori così eclatanti. E quel che più stupisce e addolora è che nessuna autorità ecclesiastica sia intervenuta per far rimuovere il blasfemo accostamento. A quando un pubblico e risolutivo intervento? (F.C.)

 

(C) Corrispondenza Romana, 16 luglio 2013

Argomento: Chiesa

La Stampa 28-7-2013
Il Papa ai giovani: “La Chiesa conta su di voi andate e seminate speranza”

Tre milioni di persone sulla spiaggia di Copacabana per la messa finale del Pontefice. La prossima Gmg a Cracovia nel 2016

GIACOMO GALEAZZI
INVIATO A RIO DE JANEIRO

Argomento: Chiesa

Il messaggio di Francesco da Aparecida: no allo scoraggiamento e ai cristiani tristi, chi ha fede vive nella gioia

ANDREA TORNIELLI
Aparecida

Piove e tira un vento gelido in una delle settimane più fredde degli inverni brasiliani degli ultimi quarant'anni. Ma ad Aparecida, nel santuario mariano più frequentato del paese, migliaia di pellegrini hanno sfidato le intemperie per abbracciare Francesco che torna qui da Papa sei anni dopo l'assemblea generale dei vescovi latinoamericani il cui documento finale è diventato il «manifesto» del suo  pontificato.

Argomento: Chiesa

LA BELLA RIVOLUZIONE DI FRANCESCO

di Antonio Socci

Da “Libero”, 14 luglio 2013

La Chiesa Cattolica vive una stagione di svolte epocali. La rinuncia al papato di Benedetto XVI, a febbraio, è stato un gesto storico di enorme portata, che ha messo in evidenza la drammaticità dei tempi.

L’arrivo poi, sulla Cattedra di Pietro, il 13 marzo, di papa Francesco è, fin dalla scelta del nome, l’inizio di una “rivoluzione” evangelica che già commuove i popoli (lo vedremo anche in Brasile col prossimo viaggio)

Argomento: Chiesa

AsiaNews 5/7/2013

La 'Lumen fidei', un balsamo per la crisi dell'uomo
di Bernardo Cervellera
La prima enciclica di papa Francesco - con il contributo di Benedetto XVI - mette in luce che prima di una crisi di fede vi è una crisi dell'uomo e della verità. Il relativismo sbriciola la consistenza della persona, della convivenza, della giustizia, dell'amore, della ricerca scientifica. La fede di Abramo, compiuta nel dono di Gesù Cristo, illumina ogni ricerca e cammino umani ed è capace di un indispensabile contributo per "la città degli uomini".

Argomento: Chiesa

UN LAMPO DI LUCE NELLE TENEBRE DEL PRESENTE

6 luglio 2013 - Antonio Socci
Ieri, mentre veniva presentata al mondo la nuova enciclica “Lumen fidei”, scritta a quattro mani da Benedetto XVI e da papa Francesco, i due uomini di Dio insieme hanno anche inaugurato, nei giardini vaticani, una statua di san Michele Arcangelo, consacrando la città vaticana a lui e a san Giuseppe.

Argomento: Chiesa

Corispondenza Romana - 19 giugno 2013

S. Em.za il card. Burke sul Catechismo di san Pio X

(di Cristina Siccardi) «San Pio X ha visto chiaramente come l’ignoranza religiosa portava non soltanto le singole anime ma anche la società stessa ad un declino, ad una mancanza di pensiero ponderato sulle più gravi questioni», così ha spiegato il Cardinale Raymond Leo Burke, Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, al convegno sul tema Il catechismo di San Pio X nel centenario della pubblicazione, organizzato dal Circolo Culturale John Henry Newman, lo scorso 24 maggio a Seregno (MB).

Argomento: Chiesa

+ Luigi Negri Vescovo di Ferrara-Comacchio

"La S. Messa secondo il rito antico è celebrata oggi nella grande Solennità di Pentecoste, che ricorda alla Chiesa di ogni tempo, di ogni momento, e quindi ad ogni cristiano, che l’avvenimento della Fede e quindi lo svilupparsi della Fede in una vita di comunità e in una vita di comunione, in una pratica della carità, in un esercizio attivo della missione, tutto questo nasce dal miracolo dell’effusione dello Spirito Santo nel cuore dei fedeli, che è dono purissimo del Signore!

Argomento: Chiesa

Papa: preghiamo per i cattolici cinesi che "mai temano di parlare di Gesù al mondo e del mondo a Gesù"

All'udienza generale Francesco parla del "dovere" di evangelizzare che appartiene a ogni cristiano: lo Spirito ci spinge ad annunciare "con coraggio, a voce alta" e a tutti la Buona novella. Una preghiera anche "per le vittime, specialmente i bambini del disastro in Oklahoma. Il Signore consoli tutti, specialmente i genitori che hanno perso i propri figli".

Argomento: Chiesa


FRANCESCO RINNOVA LA CHIESA (e pure la Segreteria di Stato): ECCO I VOLTI CHE INDICA (e lasciamo ai media gli idoli dei salotti anticattolici: un Requiem e poi che i morti seppelliscano i morti)

Quando sento dire “il prete degli ultimi” io penso al grande e umile fratel Ettore Boschini che, lontano da tutti i salotti e i riflettori, per anni, portando in giro la statua della Madonna di Fatima e col crocifisso rosso dei camilliani sulla veste, ogni notte nei gironi infernali di Milano raccoglieva, lavava amorevolmente, nutriva e curava barboni, clochard, sbandati, tossici e disperati, in un “rifugio” ricavato nel tunnel sotto la stazione centrale di Milano.

Argomento: Chiesa

Repubblica 13-5-2013

Il point break dell’anima. Dopo anni di declino i fedeli tornano a confessarsi. Più che espiazione delle colpe, un nuovo inizio

di Paolo Rodari

Punto di rottura. O nuovo inizio. Da un anno a questa parte le chiese italiane, in testa i santuari mariani, registrano un fenomeno che pare senza sosta: il ritorno della confessione.

Uomini, donne, soprattutto quaranta-cinquantenni, tornano a inginocchiarsi davanti a un sacerdote che, come scrisse nel XIII secolo il chierico inglese Tommaso di Chobham, «siede nel confessionale come Dio e non come uomo».

Argomento: Chiesa

Vatican Insider 21/03/2013

"Calunnie in 'Mea Maxima Culpa', rischio intolleranza contro la Chiesa"

L'intervento critico del sociologo Introvigne (Osservatorio della Libertà Religiosa) nei confronti del fim sul prete pedofilo

Redazione - Roma

Argomento: Chiesa
Avvenire 20 marzo 2013
 
Pizzaballa: Per custodire il gregge si deve amare la Verità

Ha seguito con attenzione l’omelia da Gerusalemme, e padre Pierbattista Pizzaballa si è subito sentito provocato dalle parole di papa Francesco. La sua profonda riflessione sulla figura di san Giuseppe come custode della Chiesa hanno interpellato in qualche modo anche il francescano bergamasco che da nove anni è custode dei luoghi santificati dal passaggio di Cristo.
Argomento: Chiesa

WOJTYLA E RATZINGER CONSIGLIANO AI CARDINALI IN CONCLAVE: GUARDATE MICHELANGELO!

di Antonio Socci

Da “Libero”, 10 marzo 2013

Infine è deciso. Martedì 12 marzo i cardinali varcheranno la soglia della Cappella Sistina per l’elezione del nuovo Papa.

L’evento è così importante da scatenare l’attenzione dei media di tutto il mondo che hanno convogliato a Roma migliaia di inviati. Perché i cristiani del pianeta sono più di due miliardi, il cattolicesimo è la confessione più numerosa del globo (un miliardo e duecento milioni di fedeli) e il Papato è il cuore della Chiesa.

“Il Sommo Pontefice e Vicario di Cristo”, scriveva san Bonaventura, “anche se fosse solo e tutto nella Chiesa fosse distrutto, potrebbe restaurare tutto”.

Del resto il Papato (che ha fatto la storia dell’Europa e dell’Occidente) ha una grande autorità morale per tutti, anche per i non credenti o i fedeli delle altre religioni. Anche questo spiega l’enorme attenzione del mondo.

Argomento: Chiesa

L'arcivescovo della Grande Mela è uno dei grandi elettori

«Una settimana di dialogo Poi il Conclave sarà breve»

Dolan: io Pontefice? Ho impegni a New York

ROMA - «Dio vi illumini, perché qui siamo senza governo e senza Papa». Due anziane signore hanno appena pranzato, si alzano e, nella saletta riservata di una trattoria al centro di Roma vedono una tavolata di prelati americani. Chiedono permesso e si affacciano.

Argomento: Chiesa

Quella lettura politica che sfigura la Chiesa

Solo dopo il volo spettacolare dell’elicottero (scena filmica, davvero, che aprirà i telegiornali del mondo intero), solo dopo quel volo  che il prossimo 28 ,quando sarà buio il cielo sopra Roma, porterà il già Benedetto XVI verso il nascondimento e il silenzio, sapremo quale  intenzione prevarrà tra i 117 “Grandi Elettori“. Sapremo, dunque, quale sarà il calendario del Conclave, se una modifica in extremis del papa uscente permetterà  di modificarlo.

Argomento: Chiesa

Vatican Insider 20-02-2013

Ma il Conclave non è un reality

Il caso Mahony: le indebite pressioni sull'elettore del Papa, le polemiche e la campagna di Famiglia Cristiana

ANDREA TORNIELLI
Città del Vaticano

Argomento: Chiesa

GRANDI MANOVRE DEL CONCLAVE. IL PAPA TEME I MEDIA (LA TRISTE LEZIONE DEGLI ANNI DEL CONCILIO)
16 febbraio 2013 / In News

E’ possibile che Benedetto XVI tema l’interferenza dei mass media sul prossimo Conclave? Vuol mettere in guardia la Chiesa e specialmente i cardinali dal rischio che siano questi pervasivi strumenti a influenzarli nelle scelte decisive che devono fare?

La domanda sorge considerando gli straordinari interventi che in queste ore sta ci regala Benedetto XVI quasi a voler preparare spiritualmente i porporati alla scelta migliore.

Mi riferisco in particolare alla sorprendente conversazione di giovedì scorso con i parroci romani, durante la quale ha denunciato, pur col suo stile mite, gli effetti devastanti che i media hanno prodotto al tempo del Concilio sulla Chiesa.

Argomento: Chiesa

il Foglio 20 febbraio 2013 - ore 06:59

Il filosofo e la chiesa intimidita

Scruton esamina l’addio di Benedetto XVI e le conseguenze. Un grande pensatore cristiano è stato combattuto con le armi del secolarismo totalitario: consenso e conformismo

Argomento: Chiesa

La guerra dei due Concili: il vero e il falso

Nel discorso d'addio ai preti di Roma, l'impressionante atto d'accusa di Benedetto XVI contro l'interpretazione politica del Vaticano II fatta dai media, durante l'assise e dopo

di Sandro Magister

Argomento: Chiesa

Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 107.22.45.61



Verifica umana
Quanto fa dieci più sei?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder