Totus tuus - Martirologio romano

Martirologio romano

31 Luglio

A Roma il natale di sant'Ignazio, Sacerdote e Confessore, Fondatore della Compagnia di Gesù, uomo illustre per santità e per miracoli, e zelantissimo nel dilatare ovunque la religione cattolica: dal Sommo Pontefice Pio undecimo fu dichiarato Patrono celeste di tutti gli Esercizi spirituali.

A Milano san Calimerio, Vescovo e Martire, il quale nella persecuzione di Antonino, essendo stato preso, trapassato da ferite, trafitto nella testa con la spada e precipitato in un pozzo, finì il corso del martirio.

A Cesarea, nella Mauritania, la passione del beato Fabio Martire, il quale, ricusando di portare le insegne del Preside, prima fu cacciato in prigione, ed ivi detenuto per alcuni giorni; esaminato quindi una e due volte, e perseverando impavido nella confessione di Cristo, fu condannato dal Giudice con sentenza capitale.

A Sinnada, nella Frigia Pacaziana, i santi Martiri Democrito, Secondo e Dionigi.

Nella Siria trecentocinquanta santi Monaci Martiri, uccisi dagli eretici per aver difeso il Concilio Calcedonese.

A Ravenna il transito di san Germano, Vescovo di Auxerre, chiarissimo per stirpe, fede, dottrina e gloria di miracoli, il quale liberò interamente la Bretagna dalle eresie dei Pelagiani.

A Tagaste, nell'Africa, san Fermo Vescovo, illustre per la gloria della confessione.

A Siena, in Toscana, il natale del Beato Giovanni Colombini, che fu Fondatore dell'Ordine dei Gesuati, e rifulse per santità e miracoli.


Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.82.60.105



Verifica umana
Quanto fa cinque più cinque?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder