Totus tuus - Martirologio romano

Martirologio romano

5 Dicembre

Nella Giudea san Saba Abate, nato in Mutala, città della Cappadocia, il quale rifulse con mirabile esempio di santità, e lavorò strenuamente per la fede cattolica contro gli avversari del santo Concilio Calcedonese, e finalmente si riposò in pace nella diocesi di Gerusalemme in quella laura, alla quale poi fu dato il nome dello stesso san Saba.

A Nizza, presso il fiume Varo, san Basso Vescovo, il quale, nella persecuzione di Decio e Valeriano, dal Preside Perennio per la fede di Cristo fu tormentato coll'eculeo, bruciato con lamine di ferro infuocate, percosso con verghe e scorpioni, gettato nel fuoco, e, essendone uscito illeso, trafitto con due chiodi, e in tal modo compì il glorioso martirio.

A Pavia san Dalmazio, Vescovo e Martire, il quale patì nella persecuzione di Massimiano.

A Corfinio, nell'Abruzzo, san Pelino, Vescovo di Brindisi, il quale, essendo il tempio di Marte caduto per la sua orazione, sotto Giuliano l'Apostata, dai Pontefici dei templi fu crudelissimamente battuto, e, trafitto con ottantacinque ferite, meritò la corona del martirio.

Così pure sant'Anastasio Martire, il quale, per desiderio del martirio, si offrì spontaneamente ai persecutori.

A Tagura, in Africa, i santi Martiri Giulio, Potamia, Crispino, Felice, Grato ed altri sette.

A Tebeste, nella Numidia, santa Crispina, nobilissima donna, la quale, al tempo di Diocleziano e di Massimiano, non volendo sacrificare agli idoli, per ordine del Proconsole Anolino fu decapitata. Da sant'Agostino viene spesso celebrata con lodi.

A Treviri san Nicezio Vescovo, uomo di meravigliosa santità.

A Poliboto, nell'Asia, san Giovanni Vescovo, detto il Taumaturgo.


Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.204.139.136



Verifica umana
Quanto fa dieci meno sei?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder