Totus tuus - Martirologio romano

Martirologio romano

30 Marzo

A Roma, sulla via Appia, la passione del beato Quirino Tribuno, padre di santa Balbina Vergine, il quale fu battezzato insieme con tutta la famiglia dal beato Alessandro Papa, che egli teneva in prigione, e, sotto l’Imperatore Adriano, essendo stato consegnato al giudice Aureliano, e persistendo nella confessione della fede, soldato invitto di Cristo, dopo che gli fu tagliata la lingua, fu sospeso sull’eculeo e gli si troncarono le mani e i piedi, e così compì con la spada il combattimento del martirio.

A Salonicco il natale dei santi Martiri Donnino, Vittore e Compagni.

A Costantinopoli la commemorazione di moltissimi santi Martiri della comunione cattolica, i quali, al tempo di Costanzo, dall’eresiarca Macedonio, dopo essere stati straziati con inaudite sorta di tormenti, furono uccisi. Infatti, tra gli altri supplizi, troncò le mammelle alle donne cristiane, stringendole fra gli orli degli scrigni, e abbruciandole con un ferro infuocato.

Nel castello di Senlis, in Francia, la deposizione di san Regolo, Vescovo di Arles.

Ad Orleans, in Francia, san Pastore Vescovo.

A Siracusa, in Sicilia, San Zosimo, Vescovo e Confessore.

Sul monte Sinai san Giovanni Climaco Abate.

Ad Aguilar, in Spagna, san Pietro Regalato, nato nella città di Valladolid, Sacerdote dell’Ordine dei Minori e Confessore, restauratore della disciplina regolare nei monasteri della Spagna, dal Papa Benedetto decimoquarto iscritto nel numero dei Santi.

Presso Aquino san Clinio Confessore.


Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.211.233.235



Verifica umana
Quanto fa uno più quattro?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder