Totus tuus - Martirologio romano

Martirologio romano

19 Aprile

A Corinto il natale di san Timone, uno dei primi sette Diaconi. Questi prima si fermò a predicare presso Berea, e poi, divulgando la divina parola, andò a Corinto, ed ivi, dai Giudei e dai Greci (come è fama) gettato nelle fiamme, ma uscitone illeso, finalmente, confitto in croce, compì il suo martirio.

A Canterbury, nell’Inghilterra, sant’Elfego, Vescovo e Martire.

A Melitina, nell’Armenia, i santi Martiri Ermogene, Caio, Espedito, Aristonico, Rufo e Galata, tutti coronati nello stesso giorno.

A Colibre, nella Spagna Tarragonese, la passione di san Vincenzo Martire.

Nello stesso giorno i Martiri Socrate e Dionigi, i quali furono trapassati con lance.

A Gerusalemme san Pafnuzio Martire.

A Roma san Leone nono, Papa, insigne per gloria di virtù e di miracoli.

Ad Antiochia di Pisidia san Giorgio Vescovo, che, per il culto delle sante immagini, morì in esilio.

Nel Monastero di Lobbes, nel Belgio, sant’Ursmaro Vescovo.

A Firenze san Crescenzio Confessore, discepolo del beato Zenobio Vescovo.


Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.211.44.119



Verifica umana
Quanto fa cinque più uno?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder