Totus tuus - Martirologio romano

Martirologio romano

31 ottobre

A Roma i santi Ampliato, Urbano e Narcisso, dei quali fa menzione san Paolo, scrivendo ai Romani: essi, per il Vangelo di Cristo, furono uccisi dai Giudei e dai pagani.

A Costantinopoli san Stache Vescovo, il quale dal beato Andrea Apostolo fu ordinato primo Vescovo di quella città.

A Vermand, in Francia, san Quintino, cittadino Romano dell'ordine Senatorio, il quale patì il martirio sotto l'Imperatore Massimiano. Il suo corpo dopo cinquantacinque anni, per angelica rivelazione, fu trovato incorrotto.

A Milano sant'Antonino, Vescovo e Confessore.

A Ratisbona, in Baviera, san Volfango Vescovo.

A Palma, nell'isola di Maiorca, sant'Alfonso Rodriguez, coadiutore temporale formato della Compagnia di Gesù e Confessore, insigne per l'umiltà e pel continuo amore della mortificazione, dal Sommo Pontefice Leone decimoterzo ascritto nel catalogo dei Santi.

A Roma la Traslazione del beato Nemesio Diacono e della figlia Lucilla Vergine, i quali furono decapitati il venticinque Agosto.


Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.91.84.149



Verifica umana
Quanto fa sei meno cinque?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder