Totus tuus - Martirologio romano

Martirologio romano

3 Luglio

Sant'Ireneo, Vescovo e Martire, che salì al cielo il ventotto di Giugno.

A Chiusi, in Toscana, i santi Martiri Ireneo Diacono e Mustiola matrona, i quali sotto l'Imperatore Aureliano, tormentati con diversi ed atroci supplizi, meritarono la corona del martirio.

Ad Alessandria i santi Martiri Trifone ed altri dodici.

A Costantinopoli i santi Eulogio e Compagni Martiri.

A Cesarea, in Cappadocia, san Giacinto, cameriere dell'Imperatore Traiano. Accusato di esser Cristiano, fu afflitto con varie battiture, e, gettato in carcere, consunto dalla fame, rese lo spirito.

Nello stesso giorno i santi Martiri Marco e Muziano, i quali per Cristo furono uccisi colla spada. Un piccolo fanciullo che ad alta voce li ammoniva a non sacrificare agli idoli, fu fatto battere coi flagelli, e confessando Cristo più animosamente, alla fine fu ucciso insieme con un certo Paolo, che confortava i Martiri.

A Roma il natale di san Leone secondo, Papa e Confessore, il quale nel primo anno del suo Pontificato, pieno di meriti, volò al cielo.

A Laodicea, in Siria, sant'Anatolio Vescovo, che lasciò scritti ammirabili non solo per le persone religiose, ma anche per i filosofi.

Ad Altino, nel Veneto, sant'Eliodoro Vescovo, insigne per dottrina e per santità.

A Ravenna san Dato, Vescovo e Confessore.

Ad Edessa, in Mesopotamia, la Traslazione di san Tommaso Apostolo dall'India: le sue reliquie furono poi trasportate ad Ortona, nell'Abruzzo.


Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.80.39.186



Verifica umana
Quanto fa cinque più cinque?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder