Cerchi qualcosa che non trovi? Prova il motore di ricerca nella colonna di sinistra!
Ricorda di iscriverti al sito: è l'unico modo per ricevere la newsletter settimanale.
Avviso: in fondo a questa pagina ritrovi tutti gli altri siti di questo network

Ultime News

  • Dalla_stampa: il Foglio - La vera missione parte da suore agguerrite

    il Foglio 28-1-15

    Sodoma e misericordia

    Con soldi e novene, le missionarie francesi rilevano un gay bar a Tolone. Ma forse urge esorcismo

    di Matteo Matzuzzi | 28 Gennaio 2015 ore 20:03

    Leggi Tutto » | Argomento: Attualità | Categoria: Dalla_stampa
  • Commenti: Avvenire - L'uomo sintetico

    Avvenire - 28 gennaio 2015
    I mille (inquietanti) scenari dei gameti artificiali
    Assuntina Morresi

    ​Ironia della sorte, proprio la vigilia di Natale è stato pubblicato online, sulla rivista Cell, l’articolo scientifico che spiegava come si fosse riusciti a produrre in laboratorio i precursori di spermatozoi e ovociti umani, a partire da cellule della pelle. Ironia della sorte, dicevamo, perché mentre ci si preparava a festeggiare la Nascita per eccellenza si annunciava una svolta importante e attesa da tempo nella ricerca sulle staminali, potenzialmente rivoluzionaria per le future nascite  ell’umanità, che fin d’ora interroga la comunità scientifica, la politica e l’opinione pubblica tutta.

    Leggi Tutto » | Argomento: Vita | Categoria: Commenti
  • Comunicati: VoF - Il solo peccato oggi è difendere il magistero della Chiesa

     

    Cardinal Baldisseri altra confusione, dice la coalizione pro-famiglia

     

    Posted on January 25, 2015

    ROMA, 25 Gennaio 2015: I commenti del Cardinal Lorenzo Baldisseri hanno ulteriormente minato l’insegnamento della Chiesa riguardo all’indissolubilità del matrimonio, ad affermarlo è Voice of the Family, una coalizione internazionale di gruppi pro-famiglia.

  • Discorsi: Vaticano - Senza fede la Chiesa diventa un centro wellness

    La natura teologica delle Commissioni Dottrinali e il compito dei Vescovi come maestri della fede

    Relazione del Card. Gerhard L. Müller

     (Esztergom, 13 gennaio 2015)

     

    Carissimi confratelli nell’episcopato!

    Sono lieto di incontrarvi in questa terra così ricca di storia e di vita! Come non pensare al bel fiume Danubio che l’attraversa dividendola idealmente in due parti. Proprio nel mezzo troviamo la capitale, Budapest, a sua volta frazionata in due dal Danubio: da una parte vi èPest, la città bassa, commerciale, frenetica di attività; dall’altra Buda, la città alta, residenziale, elegante ed affascinante, nella quale la presenza della Cattedrale di Santo Stefano ci richiama l’anima cattolica di questa terra.

    Sempre sulle rive del Danubio troviamo Esztergom, il cuore storico dell’Ungheria, città nella quale oggi ci troviamo, adagiata sulle colline che spalleggiano il fiume, e nella quale risalta subito l’imponenza della Co-cattedrale, dedicata a Nostra Signora e Sant’Adalberto. Entrambe queste belle Chiese cattedrali costituiscono un ideale e permanente slancio verso l’alto di questi territori, che la presenza del Danubio ricollega a tanta parte della nostra Europa.

    Leggi Tutto » | Argomento: Chiesa | Categoria: Discorsi
  • Dal Web: CorSera - Marino vuol far chiudere le scuole paritarie di Roma

    CorSera - scuola&fondi

    Roma, Marino «stanga» le scuole paritarie con la tassa rifiuti
    Sono arrivate bollette con un improvviso aumento da 6.000 a 20.000 euro
    Claudia Voltattorni (cvoltattorni@corriere.it)

    Leggi Tutto » | Argomento: Politica | Categoria: Dal Web
  • Dal Web: BB - La guerra che non vogliam vedere

    LA STRATEGIA FALLIMENTARE DEL DIALOGO CON L'ISLAM 
    Siamo in guerra eppure non vogliamo prenderne coscienza (VIDEO: l'imam di Londra annuncia la conquista di Roma) 
    Autore: Vittorio Messori

    Di rabbi Giuseppe Laras - eminente nell'ebraismo italiano non solo per cultura ma anche per sensibilità religiosa - ho sempre apprezzato la schiettezza nell'esporre le sue convinzioni. Così, nell'articolo di ieri su questo giornale, non esita a iniziare affermando che «siamo in guerra, siamo solo agli inizi eppure non vogliamo prenderne coscienza». 

    Leggi Tutto » | Argomento: Islam | Categoria: Dal Web
  • Dal Web: Sussidiario - Obama sceglie il ruolo dell'orco

    il Sussidiario.net

    ABORTO/ Obama: veto al progetto di legge per vietare l'interruzione di gravidanza dopo la ventesima settimana

    mercoledì 21 gennaio 2015

    Leggi Tutto » | Argomento: Vita | Categoria: Dal Web
  • Commenti: CC - L'Islam deve accogliere l'invito di B.XVI alla ragionevolezza

    culturacattolica.it

    #Islam: tra fede e ragione

    Autore: Oliosi, Don Gino

    A livello culturale un ritorno, oggi, alla sintesi tra fede e ragione è la sola via perché l’interpretazione del Corano si liberi dalla paralisi fondamentalista islamica e dalla ossessione della “jihad”. E’ il solo terreno per un dialogo veritiero del mondo Musulmano tra Cristianesimo e Occidente

    Leggi Tutto » | Argomento: Islam | Categoria: Commenti
  • Dalla_stampa: il Foglio - Il Papa conferma tutto durante il volo per le Filippine

    il Foglio

    Dice un gesuita francese: “Quando la Compagnia era ancora cattolica”
    di Redazione | 15 Gennaio 2015 ore 06:30

    Roma. In nome della fraternité e della liberté, la rivista di cultura contemporanea Etudes, una sorta di Civiltà Cattolica francese pubblicata dalla Compagnia di Gesù, ha inserito nel suo ultimo numero qualche vignetta di Charlie Hebdo che ha come oggetto la chiesa cattolica. Niente riferimenti al profeta Maometto né all’autoproclamato califfo Abu Bakr al Baghdadi. Su Etudes c’è Benedetto XVI che amoreggia con una guardia svizzera, tra sguardi languidi e guance rosse, c’è Franceso seminudo con tanto di peli sul petto che balla al carnevale di Rio de Janeiro. C’è perfino Cristo, crocifisso, che supplica l’umana pietà per essere schiodato da quel legno. “Anche noi siamo Charlie”, scrivono i soldati d’Ignazio francesi, redattori della rivista.

    Leggi Tutto » | Argomento: Chiesa | Categoria: Dalla_stampa
  • Commenti: La satira, il senso del limite e i giornalisti di Charlie Hebdo

    La satira, il senso del limite e i giornalisti di Charlie Hebdo   

    di Alessandro Gnocchi

    La satira di Guareschi, che non perdeva mai il senso del limite, aveva un fine educativo.. . I giornalisti di Charlie Hebdo non volevano e non vogliono salvare i musulmani da una falsa religione, ma farli partecipi della loro stessa perdizione, violentarli della stessa violenza che li ha portati nel baratro del nulla.


    Pubblicato sul sito Riscossa Cristiana -  13 gennaio 2015

    È pervenuta in Redazione:

     
    Caro dott. Gnocchi,
    dopo l’attentato di Parigi penso che urga una riflessione chiarificatrice, fra noi cristiani, circa il valore, o disvalore, della satira. Lei probabilmente, in quanto grande esperto di Giovannino Guareschi, è la persona più giusta ad illuminarci in proposito.
    In altre parole: entro quali limiti la satira può essere considerata uno strumento utilizzabile dai cristiani? Può esserci una satira cristiana o forse è meglio parlare di una comicità o ironia cristiana? Lo scopo di tale opera può essere la pura corrosività o ridicolizzazione dell’avversario, senza avere un fine positivo ed educativo?
    La ringrazio per l’eventuale risposta
    Marco Bongi

     

     

    Caro Bongi,
    chiamiamola pure satira e non temiamo se la usano i cristiani, anzi. Ma, se tengo come parametro il lavoro di Guareschi, stento a dare lo stesso nome a ciò che, nel corso degli anni, ho visto su “Charlie Hebdo”. Fatico perché in ciò che faceva, e che continua fare, il giornale francese, manca l’essenziale di ogni attività umana, anche quando si tratta di imprese intellettuali che per definizioni stanno in una zona franca fuori dagli schemi e dalle convenzioni: il senso del limite.

    Fatico a dare lo stesso nome a ciò che faceva Guareschi su “Candido” e a quanto facevano e fanno i francesi di cui ci stiamo occupando in questi giorni perché non sono la stessa cosa. Chiamiamola satira, ma allora, seguendo il suo ragionamento, bisogna dire che esiste una satira cristiana, così come esiste una filosofia cristiana, una cultura cristiana, una pittura cristiana, una musica cristiana, una letteratura cristiana e via elencando.

    Caro Bongi, se c’è qualcosa che contraddistingue la satira fatta da cristiani come Guareschi è proprio il senso del limite. Che non consiste nel dosare l’intelligenza, la durezza o l’invettiva, ma nella consapevolezza che su alcuni bersagli non si può alzare la matita.
    I bersagli che devono godere l’immunità dall’attività satirica sono i simboli.
    Badi bene, caro Bongi, che non ho ancora detto le divinità poiché, in quanto cristiani, sappiamo che esiste un solo Dio in Tre Persone e che le altre espressioni sono tutte false in quanto frutto di religioni false.
    Qui bisogna distinguere tra bestemmia e malcostume, ma non è necessario inoltrarsi per questa strada.
    Non per questo, in quanto simboli di un credo religioso, i falsi dei e le relative figurazioni e manifestazioni possono essere in qualche modo soggetti alla minima denigrazione satirica.

    Che una religione è falsa lo si può mostrare solo porgendo quella vera. Lo si fa con l’apostolato, con l’apologetica, con le opere di carità, con la santità della vita personale. Farlo con lo sberleffo lanciato su simboli e figure impregnate di un senso del sacro, anche se mal riposto,  prima ancora che irreligioso è inumano. O meglio, è inumano in quanto irreligioso: ma questa, appunto, è l’essenza dell’Occidente che ha voltato le spalle a Cristo e alla civiltà cristiana. I giornalisti di Charlie Hebdo non volevano e non vogliono salvare i musulmani da una falsa religione, ma farli partecipi della loro stessa perdizione, violentarli della stessa violenza che li ha portati nel baratro del nulla.

    (Clicca su leggi tutto per continuare)

    Leggi Tutto » | Argomento: Attualità | Categoria: Commenti

Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.144.236.12



Verifica umana
Quanto fa sette meno uno?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder