Cerchi qualcosa che non trovi? Prova il motore di ricerca nella colonna di sinistra!
Ricorda di iscriverti al sito: è l'unico modo per ricevere la newsletter settimanale.
Avviso: in fondo a questa pagina ritrovi tutti gli altri siti di questo network

Ultime News

  • Commenti: CC - Non disturbare

    #LoveIsLove. I fondamentalismi [laicisti] sono tutti uguali

    Autore: Saro, Luisella  Curatore: Mangiarotti, Don Gabriele
    Fonte: CulturaCattolica.it

    «Come leggiamo nel primo racconto della creazione, «Dio creò la umanità (‘Elohim barà ha ‘adam: si noti l’articolo ha) a sua immagine (selem), a immagine di Dio la creò (‘oto barà: singolare); maschio e femmina li creò (‘otam barà: plurale)». Di conseguenza, in quella pagina biblica non solo il maschio ma l’umanità tutta, nella sua polarità maschile e femminile, è icona di Dio sulla terra. Due modalità di una stessa realtà, l’uomo e la donna, sono imago Dei nel loro congiungersi in una relazione d’amore.
    Ma immediatamente si deve notare un’altra meraviglia rivelata in Genesi 1: l’unità dei due è chiamata a superarsi nella procreazione e nella custodia del mondo e di ogni creatura. Infatti, alla coppia delle origini Dio ordina «siate fecondi e dominate la terra», per cui l’immagine divina originaria non è nemmeno la coppia congiunta nell’amore, ma la triade che dalla coppia vede scaturire la vita di altri e la cura per la vita di ogni altro. Fin dall’inizio, dunque, la Trinità si riflette nella struttura originaria dell’umano. Al contrario, l’assolutizzazione separata degli individui, che tendono a strumentalizzarsi o a sopraffarsi gli uni gli altri, è l’effetto del peccato originale, il rovescio del progetto divino».
    (Pannello della prima sezione della mostra “L’ultima creatura. L’idea divina del femminile”, Illegio)
     

    Leggi Tutto » | Argomento: Matrimonio e Famiglia | Categoria: Commenti
  • Dalla_stampa: il Foglio - Gesù non è politicamente corretto

    L’arcivescovo di Aleppo contro i presuli europei: “Davanti alla minaccia islamista fanno i politicamente corretti”

    Mons. Jeanbart: “Tra lo Stato islamico e il governo, la scelta è ovvia. Non vogliamo una teocrazia sunnita. Dovete aprire gli occhi”

    di Matteo Matzuzzi | 10 Febbraio 2016 ore 06:20

  • Dal Web: RP - A noi la battaglia, a Dio la vittoria

    FAMILY DAY/ AVVISO AGLI INCIUCIANTI: LE COMBAT CONTINUE

    – di GIUSEPPE RUSCONI –www.rossoporpora.org – 31 gennaio 2016

    Ieri, sabato 30 gennaio, il Circo Massimo è stato teatro di un evento storico, a sette mesi da quello di piazza San Giovanni: irriso dalla nota lobby e dal potere massmediatico, il popolo della famiglia ha dimostrato ancora di esserci, addirittura accresciuto, per testimoniare il suo attaccamento alla dignità umana fondata su una antropologia ebraico-cristiana. Deciso a combattere senza se e senza ma la ‘buona battaglia’.

     

    Leggi Tutto » | Argomento: Matrimonio e Famiglia | Categoria: Dal Web
  • Omelie: AsiaNews - Distruzione della famiglia attraverso le leggi

    AsiaNews - FILIPPINE - MYANMAR

    Congresso eucaristico, card. Bo: Gli attacchi alla famiglia più pericolosi dell'atomica

    Francis Khoo Thwe
    Il presule birmano, legato pontificio all’incontro di Cebu, ha presieduto la messa conclusiva del congresso. Nell’omelia ha denunciato gli attacchi al nucleo fondante della società e ha rilanciato le Filippine, "faro dell'evangelizzazione". Dal Paese asiatico l’impulso alla missione del terzo millennio. Eucaristia fonte e vetta dell’impegno di vita. 

    Leggi Tutto » | Argomento: Matrimonio e Famiglia | Categoria: Omelie
  • Commenti: Interris - Il popolo delle famiglie non si lascerà turlupinare dai potenti

    Interris

    I RETROSCENA DEL FAMILY DAY

    don Aldo Buonaiuto - feb 1, 2016

    Dicono che ci siano state telefonate impazzite per tentare di far fallire la manifestazione delle famiglie. L’indicazione data ai mezzi di comunicazione sarebbe stata anche questa volta di sminuire il più possibile l’evento dandone poco risalto, e l’ordine è stato eseguito. C’è stato il palese tentativo di mettere la sordina a tutto il mondo istituzionale cattolico, spinto a ritirarsi in un angolino senza far rumore per non irritare certi padroni. Invece c’è stato un popolo che si è mosso liberamente, con una forza incredibile, grazie al comitato che è riuscito ad avere i molti movimenti ecclesiali dalla propria parte, creando così una massa virale, uno tzunami che persino i vescovi non hanno potuto controllare.

    Leggi Tutto » | Argomento: Matrimonio e Famiglia | Categoria: Commenti
  • Documenti: CorSera - No alle unioni civili, sì alla famiglia ed al suo sostegno

    Unioni civili, l’attacco della Cei: sono «alternativa» alla famiglia
    La conclusione del Consiglio episcopale: «L’equiparazione in corso tra matrimonio e unioni civili è stata affrontata all’interno della più ampia preoccupazione per la mutazione culturale che attraversa l’Occidente»
    di Redazione Online

  • Documenti: Tempi.it - Da dove vengono i figli degli omosessuali?

    Tempi.it

    Genitori di omosessuali: noi al Family Day contro una legge che non accetta i nostri figli

    gennaio 29, 2016 Michele Gastaldo

    L’adesione dell’associazione Agapo: «Il ddl Cirinnà erige un nuovo tabù per impedire la più elementare delle domande: da dove vengono i figli delle unioni gay?»

     

  • Dalla_stampa: Tempi.it - Tutto quel che c'è da sapere sulla Cirinnà

    La verità sulle unioni civili. Domande e risposte per capire meglio il ddl Cirinnà
    gennaio 23, 2016 Giancarlo Cerrelli

    Cosa sono e come si differenziano dal matrimonio? Davvero “ce le chiedono Bruxelles e la Corte costituzionale”? La stepchild adoption apre all’utero in affitto?


     

  • Dalla_stampa: il Foglio - La famiglia è una sola

    Ecco il Papa: "No alla confusione tra famiglia voluta da Dio e altri tipi di unione"

    di Matteo Matzuzzi | 22 Gennaio 2016 ore 15:02

    Roma. "La chiesa ha indicato al mondo che non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione", ha detto il Papa nel discorso tenuto questa mattina nella Sala Clementina del Palazzo apostolico, in occasione della solenne inaugurazione dell'anno giudiziario della Rota Romana. Francesco ha insistito sulla prerogativa della Rota quale "tribunale della verità del vincolo sacro". A poco più di una settimana dal Family Day del 30 gennaio contro il disegno di legge Cirinnà che si propone di regolamentare le unioni civili, Francesco ribadisce che per la chiesa ogni equiparazione al matrimonio è inammissibile. Vengono quindi a cadere le ricostruzioni giornalistiche su presunte irritazioni papali verso il cardinale Bagnasco (arrivando a cancellare un'udienza prevista). Inoltre, sembrano non poco aderenti alla realtà le ipotesi sul fatto che il vescovo di Roma non avrebbe proferito parola in proposito.

  • Interviste: il Foglio - C'è il momento del dialogo e quello della lotta.

    Unioni civili, “dopo il momento della preghiera, quello della piazza”, dice il vescovo di Trieste

    Parla monsignor Crepaldi, ex segretario del Pontificio consiglio Giustizia e pace: “Se il ddl Cirinnà fosse approvato così com’è, le conseguenze sarebbero enormi. Ma anche senza stepchild adoption, la norma resta inaccettabile”. Chi va al Circo Massimo il 30 gennaio “esercita il proprio dovere di cittadino responsabile”

    di Matteo Matzuzzi | 20 Gennaio 2016 ore 14:18

Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.160.177.33



Verifica umana
Quanto fa sei più sette?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder