Libero – Il vero volto della Chiesa è quello di Cristo

Pubblicazioni

IL VERO VOLTO DELLA CHIESA NEL SORRISO DI UNA RAGAZZA. CHIARA E IL CONCLAVE

Libero 26 febbraio 2013

di Antonio Socci

I mass media continuano a non capire la Chiesa, anche alla vigilia del prossimo Conclave. Per comprenderne il mistero bisognerebbe – per esempio – leggere un libro straordinario, “Solo l’amore resta” (Piemme), dove Chiara Amirante – 45 anni circa – racconta la sua storia.

(altro…)

Avvenire – Ogni tanto anche il clero ha bisogno di strigliate

Pubblicazioni
Avvenire 5 luglio 2012
 
Ma un po' di «anticlericalismo può far bene ai cattolici
 
Sentite questa: «O riprovevoli uomini carnali, perché desiderate con tanto ardore ambizioso l’alta carica ecclesiastica? Perché con tanto desiderio tentate di irretire il popolo di Dio con i lacci della vostra perdizione?». O anche questa: «Gonfiàti di superbia, sono divoratori delle anime ricomprate dal sangue di Cristo». O ancora: «Per poter fare il male che vogliono, si mettono le vesti delle pecorelle. Questi tiepidi e falsi fratelli hanno distrutto la Chiesa di Gesù Cristo, con la loro ipocrisia hanno rovinato ogni cosa».

 

(altro…)

CorSera – La Risurrezione è il fondamento della nostra fede

Pubblicazioni

5 aprile 2012 :: Sette de Il Corriere della Sera

Il Vangelo rinasce nei santuari

di Vittorio Messori

Domenica di Pasqua. Per la fede, è l’ evocazione della risurrezione di quel Gesù, crocifisso tre giorni prima, che -proprio uscendo dal sepolcro- mostra di essere il Cristo, il Messia annunciato dai profeti e atteso da  Israele. Molti, anche tra i credenti, hanno dimenticato che , per secoli, in confronto alla Pasqua il Natale fu una festa secondaria e che, ancora oggi, le Chiese orientali danno maggior risalto liturgico alla Epifania, segno della manifestazione di quel Messia a tutte le genti. E quanti, pur tra coloro che praticano la Messa, ricordano che la domenica si chiama così (Dies Domini, giorno del Signore) perché è il rinnovamento, 54 volte l’anno, di quel “giorno dopo il sabato“ in cui avvenne il Grande Evento?

(altro…)

Avvenire – Don Barsotti ci insegna la profondità della lettura

Pubblicazioni
Avvenire 14 febbraio 2012
 
Omero e Montale, i libri di Barsotti

Non si può parlare delle fonti di don Divo e ignorare la sua biblioteca. Don Divo si costruì e si costituì in tanti anni una preziosa biblioteca, luogo per lui vitale, che al termine della sua vita ammonterà a circa 12.000 volumi. Acquistava personalmente i libri, li leggeva sottolineandoli, facendo anche dei brevi commenti negli spazi in margine. Amava entrare in dialogo con gli autori che via via andava conoscendo e studiando. Non era di quelli che vanno a prelevare il testo nelle sale di una biblioteca per poi riporlo, una volta letto, nello scaffale con un certo distacco; non esageriamo se affermiamo che i libri che andava acquistando diventavano per lui quasi come dei figli. E i figli non si possono prestare ad altri: rimangono tuoi.

(altro…)

Libero – Il 70% degli uomini non gode della piena libertà religiosa

Pubblicazioni

Come agnelli portati al macello
24 luglio 2011 / In News

di Antonio Socci

C’è un volto di bambina con degli orecchini e un piccolo crocifisso al collo. La fanciulla guarda qualcuno fuori campo, con espressione seria e interrogativa.

Sopra la foto si legge: “Perché mi perseguiti?”. Il sottotitolo recita: “Libertà religiosa negata. Luoghi e oppressori, testimoni e vittime”.

(altro…)

Avvenire – Consigli per la lettura: Benson un autore amato dal Papa.

Pubblicazioni

Avvenire 5 agosto 2011

La società «perfetta» che rinunciò a Dio

Quali romanzieri legge un Papa? Ora abbiamo una risposta su un narratore amato da Benedetto XVI. E riguarda uno scrittore inglese, convertitosi al cattolicesimo e vissuto a cavallo tra Otto e Novecento. Era figlio dell’allora primate della Chiesa anglicana, cresciuto a pane, Bibbia e liturgia, senza che davvero il suo cuore bruciasse per l’Eterno: «Teoricamente accettavo il credo cristiano, ma esso non condizionava la mia volontà o le mie emozioni, se non per brevi periodi.

(altro…)

Il Foglio – Gli 80 anni del cardinal Camillo Ruini

Pubblicazioni

Reportage. Ottant’anni da Ruini. Don Camillo e il cardinal vicario. Una storia italiana

di Paolo Rodari

Don Emilio Landini, 76 anni, come un fratello per il cardinale Camillo Ruini, siede nella redazione del settimanale diocesano la Libertà al primo piano di un immenso edificio anni Quaranta, in parte disabitato, il seminario della diocesi di Reggio Emilia. Un tempo per gli scaloni salivano e scendevano frotte di seminaristi, più di cinquecento negli anni Cinquanta. Oggi sono solo venti. Don Landini ha appena chiuso l’ultimo numero della Libertà dedicato agli ottant’anni di Ruini (numero 7, anno 59) che titola: “Ruini, pastore e teologo appassionato di Dio”. Davanti a un vecchio Macintosh don Ladini scorre le foto di Ruini giovane prete e parla di lui con toni d’altri tempi: “Gentilissimo nel tratto quanto determinato nel prendere decisioni anche impopolari, Ruini sa sorridere di se stesso, e fare ironie accompagnate da una sonora risata”. (altro…)