(ZENIT) Contro le adozioni di coppie omosessuali

Notizie

Migliaia di persone manifestano in Belgio in difesa della famiglia
Contro il progetto di legge che prevede l’adozione da parte di omosessuali BRUXELLES, domenica, 11 settembre 2005 (ZENIT.org).- 3.175 persone secondo la polizia e 4.622 secondo gli organizzatori hanno manifestato questo sabato a Bruxelles contro il disegno di legge che permette l’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali, che il Parlamento belga dibatterà ad ottobre.

I partecipanti hanno levato la propria voce in difesa del vero matrimonio costituito da un uomo e una donna e del diritto dei bambini ad avere un padre e una madre. La marcia è stata convocata dal Comitato di Azione per la Famiglia e dalla Rete Europea dell’Istituto di Politica Familiare.

La Conferenza Episcopale del Belgio, pur non avendo organizzato l’evento, ha sostenuto con un comunicato ufficiale la “Marcia per la famiglia”, svoltasi nel momento in cui il Parlamento del Paese discute l’adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso.

Finora sono state raccolte circa 20.000 firme per chiedere il ritiro del disegno di legge, che attenta contro l’istituzione del matrimonio e, soprattutto, contro i diritti dei minori.

Gli organizzatori hanno affermato che la manifestazione non era rivolta contro gli omosessuali, “che meritano tutto il nostro rispetto”, ma hanno anche sottolineato il proprio rifiuto per l’uguaglianza di trattamento di un’unione tra due persone dello stesso sesso e di quella tra un uomo e una donna, rivendicando il diritto dei bambini ad avere un padre e una madre.

Nello stesso momento in cui si svolgeva la manifestazione, le famiglie spagnole hanno manifestato davanti alle ambasciate e ai consolati del Belgio a Madrid, Barcellona, Granada, Siviglia, Malaga, Mallorca e Tenerife contro l’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali. Tutte le riunioni si sono svolte alle 12.00 sul tema “La famiglia è veramente importante!”, lo stesso sul quale erano convocate le famiglie belghe.

Più di 600 ONG e federazioni internazionali presenti in 58 Paesi hanno offerto il proprio sostegno agli organizzatori.
ZI05091109