(S&V) Una nuova via alla speranza

Vita

Comunicato
n° 30 del 20 Novembre
2007

CON LE CELLULE RIPROGRAMMATE
UNA SVOLTA
CHE SPAZZA VIA LE MANIPOLAZIONI
“Dopo un lungo e
sofferto cammino, che ha immolato sull’altare della ricerca tanti esseri
umani in fase embrionale, la scoperta effettuata dai ricercatori
giapponesi che avrebbero riprogrammato le cellule adulte, portandole ad
uno stato di pluripotenza e non di totipotenza come le cellule embrionali,
sembrerebbe un’autentica svolta”. E’ questo il giudizio espresso
dall’Associazione Scienza & Vita sui risultati resi noti dal gruppo di
ricerca nipponico sulle cosiddette cellule iPS (cellule pluripotenti
indotte). Ma il condizionale è d’obbligo – prosegue l’Associazione – come
mettono in evidenza gli stessi ricercatori, e la prudenza è sempre
necessaria. Saranno infatti indispensabili adeguate sperimentazioni
sull’animale per chiarire i tanti aspetti non ancora noti e la possibilità
di una puntuale, efficace e sicura applicazione clinica. Per cui, prima di
creare false aspettative, è opportuno cercare di disporre di tutti gli
elementi concreti per poter dare risposte adeguate.
L’opinione
pubblica – conclude Scienza & Vita – è stata già manipolata a
sufficienza. Basti ricordare l’inopinato entusiasmo riservato alle
tecniche della clonazione e alla ricerca sulle cellule staminali
embrionali che avrebbe dovuto dare risposta immediata a tutte le malattie
degenerative. Previsioni regolarmente smentite dalla dura realtà della
ricerca. Scienza & Vita si augura, infine, che “la tappa odierna segni
il ritorno alla compostezza e alla sobrietà e riporti al centro del
dibattito la verità scientifica”.