(PIME) Solidarietà alle popolazioni colpite dal maremoto in oriente

Notizie

EMERGENZA MAREMOTO IN ASIA. CAMPAGNA DI SOLIDARIETA’


PIME, Pontificio Istituto Missioni Estere

Il tremendo maremoto che ha sconvolto nei giorni scorsi il Sud Est asiatico ha colpito anche le popolazioni di alcuni dei Paesi dove da oltre un secolo opera il PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere). Si tratta, in particolare, di India, Myanmar, Thailandia e Bangladesh.
Per fronteggiare i danni della tremenda calamità, il PIME promuove una campagna di solidarietà, raccogliendo fondi che verranno inviati per assistere le popolazioni colpite. Il Pime interverrà direttamente sul posto e insieme alle Chiese locali. In particolare, per quanto riguarda l’India, l’aiuto si dirigerà immediatamente al “Nirmala Hospital” di Karinkal, nel Tamil Nadu (India del Sud), gestito dalle Missionarie dell’Immacolata (PIME), che è l’unica struttura sanitaria rimasta attiva nella vasta zona.
A tempo debito verranno resi noti i risultati dell’iniziativa e gli ambiti di intervento.

Il PIME si unisce all’appello di molti a vivere un Capodanno in un clima di sobrietà, in segno di rispetto e di solidarietà con le popolazioni colpite dalla sciagura.

Chi desidera effettuare un versamento a sostegno delle popolazioni colpite
dal maremoto può utilizzare uno di questi strumenti:
specificando la causale: Emergenza maremoto Asia S 100:

* c/c postale n. 39208202 intestato a PIMEDIT Onlus Via Mosè Bianchi, 94 – 20149 MILANO
* assegno bancario o circolare, oppure vaglia postale a: PIMEDIT Onlus, Via Mosè Bianchi, 94 – 20149 MILANO
* bonifico bancario sul c/c 5733 intestato a PIMEDIT Onlus Via Mosè Bianchi, 94 MILANO – presso Credito Artigiano Sede, P.za S. Fedele, Milano (ABI 3512, CAB 01601, CIN N), inviando poi copia dell’avvenuto bonifico via fax al numero 02 4695193

Per ulteriori informazioni contattare:
Centro Missionario Pime Milano: telefono: 02-43822.1
E-mail: uam@pimemilano.com; progetti@pimemilano.com; pimemilano2@pime.org
Siti Internet: www.pimemilano.com;

per aggiornamenti sulla situazione:
www.asianews.it
www.misna.org