(Fides) Emergenza Asia: il demonio ostacola il bene in ogni modo

Notizie

ASIA/INDONESIA

Sacerdote australiano riceve minacce dai fondamentalisti
islamici di Aceh per timore del proselitismo cristiano verso
i bambini musulmani

Banda Aceh (Agenzia Fides) – P. Chris Riley, sacerdote
cattolico australiano giunto nella provincia di Aceh il 7
gennaio per costruire un orfanotrofio, ha ricevuto minacce
dai fondamentalisti islamici locali che gli hanno intimato
di non convertire al cristianesimo bambini musulmani. Le
minacce venute da membri del gruppo radicale Islamic
Defenders Front, mettono in luce gli ostacoli frapposti dal
fondamentalismo islamico contro quanti, mossi da un
autentico spirito di solidarietà, giungono in soccorso delle
popolazioni colpite dallo tsunami per aiutare a salvare le
nuove generazioni.

Come ha comunicato a Fides la Caritas Australia, le reazioni
di gruppi integralisti islamici possono costituire un reale
ostacolo alle operazioni di soccorso umanitario messe in
opera nella provincia. P. Chris è responsabile dell’organizzazione
non confessionale “Youth Off the Streets” (“Via i ragazzi
dalla strada”), con sede a Sydney, che si occupa dell’assistenza
e dell’educazione dell’infanzia abbandonata. Parlando a
Fides, il sacerdote ha detto che “la componente religiosa è
del tutto estranea a ogni programma di assistenza ai
rifugiati o ai bambini orfani” e di “voler svolgere lavoro
umanitario”, senza alcuna intenzione di fare “catechismo”.

Il sacerdote nota che ogni intervento di organizzazioni
cristiane verso i bambini sarà molto delicato e dovrà essere
improntato alla cautela e alla trasparenza, per i sospetti
che i cristiani cerchino di convertire i piccoli musulmani.
I volontari di “Youth Off the Streets” hanno ribadito che
cercheranno di operare in questo settore, dove la necessità
è molto grande: si calcola che siano oltre 35mila i bambini
orfani di Aceh. I volontari affermano che svolgeranno questo
lavoro con molta attenzione e con l’ausilio di personale
locale, anche musulmano, in modo da non scatenare ulteriori
tensioni religiose nella regione.

In questa prima fase di emergenza, l’organizzazione intende
realizzare un “orfanotrofio sotto le tende”, costruendo un
grande campo specifico per bambini, organizzato per la loro
vita e le loro esigenze, dove accogliere bambini di strada
provenienti anche dalle aree più remote della provincia di
Aceh.

Purtroppo il fondamentalismo estremista, esasperato da
ragionamenti ideologici, ostacola chi vuole aiutare e dare
senza chiedere, animato solo da principi umanitari. E’ la
contrapposizione di due modi di vedere ed affrontare la
realtà. Quando l’ideologia prende il sopravvento sulla fede,
sull’altruismo, diventa impossibile operare per chi prova ad
offrire le proprie energie verso il prossimo per aiutare
quei popoli e quelle nazioni che oggi hanno più bisogno di
aiuto.

(Agenzia Fides 11/1/2005 righe 34 parole 456)