Fare il vuoto attorno ad Amnesty

Matrimonio e Famiglia

ICN-News NORD AMERICA, 2007-08-28
http://www.icn- news.com/ ?do=news& id=1402
Il capo della Conferenza dei vescovi cattolici americani ha attaccato il recente atteggiamento assunto da Amnesty International verso l’aborto, "un affronto verso le persone che si occupano di diritti umani".
Il vescovo William Skylstad ha poi affermato che "Dio è più grande di Amnesty International" .
Secondo Catholic Online "Sulla questione dell’aborto, nel passato Amnesty aveva una posizione neutrale, ma recentemente ha ufficialmente adottato una posizione che sostiene l’aborto in certe circostanze" .
La conferenza dei vescovi cattolici americani ritiene che "promuovere l’accesso ai servizi per l’aborto mini la credibilità morale di Amnesty International e spacca in due un mondo che protegge la vita e la dignità umana".

(continua) Avvenire 29/08/2007
IL CARDINALE O’BRIEN LASCIA AMNESTY
L.F.
Edimburgo. Nuovo abbandono illustre per Amnesty International dopo la svolta "pro-aborto" dell’associazione per i diritti umani, sancita qualche giorno fa dal Comitato internazionale in Messico.
Ieri il cardinale Keith O’Brien, arcivescovo di Edimburgo e alla guida della Chiesa cattolica scozzese, ha annunciato che ritirerà la sua adesione ad Amnesty International in segno di protesta contro la posizione dell’agenzia umanitaria, che ha scelto la depenalizzazione dell’interruzione di gravidanza come suo cavallo di battaglia.
In una lettera inviata al direttore di Amnesty Scozia, John Watson, il cardinale ha affermato che la nuova politica proabortista «mi obbliga a riconsiderare la mia appartenenza a questa nobile associazione» .
Si tratta, ha sostenuto il porporato nella missiva citata dall’agenzia "Press association" , di una «questione di coscienza» perché «durante tutto il mio sacerdozio e più recentemente come vescovo e cardinale, ho avuto a cuore, accanto alla mia Chiesa, la difesa della vita in tutte le sue forme».
O’Brien, 69 anni, era membro di Amnesty fin da quando era studente.
L’addio dell’arcivescovo di Edimburgo segue di una settimana quello di monsignor Michael Evans, vescovo della diocesi di East Anglia (nell’est dell’Inghilterra) , anch’egli contrario alla nuova direttiva di Amnesty sui «diritti riproduttivi e sessuali».
Il rifiuto della direttiva sull’aborto è intanto giunto anche dalla sezione maltese di Amnesty.

ICN-News Sydney , 2007-08-21
http://www.icn- news.com/ ?do=news& id=1361
Il St. Aloysius College, Sydney, Australia, taglierà ogni rapporto con Amnesty International.
Lo ha detto il preside, gesuita, Chris Middleton (nella foto), in seguito alla posizione assunta dalla nota organizzazione sull’aborto.
Middleton ha precisato comunque che questo non vorrà dire che la scuola non si occuperà più di diritti umani.
Il gruppo di lavoro Amnesty continuerà la propria attività sotto il nome di "Beneson Society", dal nome del fondatore britannico cattolico di Amnesty, Peter Benenson