(Cristianità) I documenti del Magistero vanno letti e fatti propri

Pubblicazioni

Comunicato stampa a presentazione di Cristianità n. 322 (marzo-aprile 2004)

Leggere i documenti del Magistero della Chiesa oltre l’interpretazione spesso distorta proposta dai media è necessario per poterli accogliere come eventi ecclesiali. L’invito ad approfondire i contenuti della dottrina cattolica apre il numero di Cristianità (anno XXXII, n. 322, marzo-aprile 2004), organo ufficiale di Alleanza Cattolica (casella postale 185 – 29100 Piacenza; internet: ; indirizzo di posta elettronica: <INFO@ALLEANZACATTOLICA.ORG>) attualmente in distribuzione, nell’editoriale di Giovanni Cantoni, Per una corretta recezione del Magistero, contro il “nominalismo mediatico”, che commenta così un richiamo contenuto nell’Istruzione “Redemptionis Sacramentum” su alcune cose che si devono osservare ed evitare circa la Santissima Eucaristia, pubblicata dalla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti il 25 marzo 2004.


Giuseppe Brienza affronta un aspetto finora trascurato dell’apostolato di Mons. Roberto Ronca “vescovo delle carceri”, vissuto dal 1901 al 1977 e fatto oggetto di numerosi attacchi da parte delle correnti cattoliche progressiste. Il saggio costituisce anche occasione per rivisitare tematiche come la concezione cristiana della pena di fronte al mutamento della dottrina giuridica in senso laicista e secolarista.


I rapporti fra la lingua latina e la santa Messa sono argomento di Liturgia: mistero, comprensione e partecipazione di don Pietro Cantoni, dove si spiega che non sempre le innovazioni nella celebrazione del rito aiutano i fedeli ad avvicinarvisi, mentre la lingua “antica” offre la possibilità di viverne meglio l’aspetto simbolico.


Le ipotesi assurde formulate dal romanziere Dan Brown nella sua ultima fatica narrativa con pretese storiche sono confutate in “Il Codice da Vinci”: ma la storia è un’altra cosa, di Massimo Introvigne, che ne trae spunto per chiarire falsificazioni di ambiente esoterista intorno al tema del Graal.


Con una lettera aperta indirizzata al presidente della Repubblica, al presidente e al vicepresidente del Consiglio dei Ministri, quaranta studiosi che si occupano di minoranze religiose, fra i quali Massimo Introvigne, PierLuigi Zoccatelli, Andrea Menegotto, Domenico Maselli, Luigi Berzano, Maria Immacolata Macioti, Gordon J. Melton e Rodney Stark, segnalano il pericolo che il disegno di legge sulla “manipolazione mentale”, approvato il 4 marzo 2004, può recare alla libertà religiosa di tutti i cittadini.


Le consuete rubriche e un discorso di Papa Giovanni Paolo II sull’unità europea chiudono il fascicolo di Cristianità.


Alleanza Cattolica