(CESNUR) Il più grande fenomeno religioso del XX secolo

Pubblicazioni

Massimo Introvigne, I pentecostali

Elledici, Leumann (Torino) 2004, pp. 168, Euro 11,00, ISBN 88-01-02998-5
I pentecostali protestanti sono oggi nel mondo 470 milioni, e il traguardo del mezzo miliardo di fedeli non sembra lontano. Si tratta del più grande tra i fenomeni religiosi nati nel XX secolo, e di oltre metà del protestantesimo mondiale. In Italia tre protestanti su quattro sono pentecostali. Ma chi sono, precisamente, i pentecostali? In che senso sono protestanti? Quali relazioni hanno con il più ampio movimento di rinnovamento carismatico che ha coinvolto anche i cattolici? Quali implicazioni la loro crescita apparentemente inarrestabile ha per il futuro del dialogo ecumenico?
Come rilevava in un’opera del 1995, Fuoco dal Cielo, il celebre teologo battista Harvey Cox, il fatto che i pentecostali protestanti siano tanto numerosi quanto poco studiati e conosciuti dagli altri cristiani costituisce uno dei fatti più sorprendenti – se non degli scandali – del mondo cristiano contemporaneo. Massimo Introvigne, che da anni segue attraverso indagini sul campo il mondo pentecostale in Europa, negli Stati Uniti e nei paesi in via di sviluppo, cerca qui di colmare un’evidente lacuna, illustrando le origini, la storia, le dottrine e le prospettive di ulteriore crescita delle diverse forme del pentecostalismo. Nello stesso tempo, mostra come l’irruzione dei pentecostali abbia costretto i sociologi delle religioni a rivedere alcune loro categorie, e a formulare pronostici meno pessimisti sul futuro del cristianesimo nel XXI secolo.