(AsiaNews) Il governo costretto ad accettare un vescovo nominato da Roma

Notizie

8 Gennaio 2004


CINA


Ordinato il primo vescovo con un dottorato

Hong Kong (AsiaNews/UCAN) –  Mons. Pietro Feng Xinmao è stato ordinate il 6 gennaio scorso come vescovo coadiutore di Hengshui, nella regione dell’Hebei, a circa 250 km a sud di Pechino. Il neo-ordinato è il primo vescovo ad aver acquisito una laurea all’estero e ha deciso che la sua priorità sarà la formazione di seminaristi, preti, suore e laici. In quanto coadiutore, egli diverrà automaticamente capo della sua diocesi alla morte o con il pensionamento del vescovo ordinario di Hengshui.

Dal 1980, da quando la Cina ha ricominciato a dare più libertà alle religioni, Mons. Feng è il primo prelato ad aver ottenuto una laurea. Egli è stato nominato da Giovanni Paolo II e poi approvato dal Consiglio dei Vescovi della chiesa cattolica di Cina. Il governo è stato in qualche modo costretto ad accettare la scelta del Vaticano, dopo due anni di discussioni. Alla fine esso ha dovuto accettare anche perché tutti i sacerdoti della diocesi erano compatti nel volere il candidato. Nella diocesi non esiste l’Associazione Patriottica. Ad ogni modo, difficoltà sono sorte fino al giorno dell’ordinazione: la cerimonia era programmata al mattino, ma a causa di alcune ultime resistenze di rappresentanti governativi, è stata rimandata al pomeriggio.


L’ordinazione è stata presieduta da mons. Giovanni Liu Dinghan, gesuita, vescovo emerito di Cangzhou (Xianxian); con lui hanno officiato mons. Stefano Yang Xiangtai di Handan e mons. Li Liangui di Cangzhou. Cangzhou e Handan sono anch’esse nell’Hebei.


Alla messa hanno partecipato 1500 persone, 4 sacerdoti e alcune personalità da Austria, Belgio e Filippine,  luoghi dove il vescovo aveva studiato. Siccome la cattedrale di Hengshui può tenere solo 100 posti, la cerimonia si è svolta in un salone affittato per l’occasione.


Mons. Feng ha detto che il suo compito principale è  migliorare il livello educativo del seminario minore e della congregazione di suore della diocesi. Attualmente vi sono in diocesi 90 seminaristi minori e 60 suore. Secondo il vescovo è importante anche la formazione permanente dei 26 sacerdoti e dei fedeli.


Il neo-ordinato ha 39 anni ed ha ottenuto la laura in diritto canonico nel 1990 nell’università Cattolica di Lovanio (Belgio). É il primo vescovo ordinate in Cina dal 1980 che abbia studiato all’estero. Ve n’è un altro che ha studiato fuori della Cina, ed è il vescovo ausiliare di Mingdong, mons. Zhan Silu, laureatosi in teologia ad Hong Kong nel 1998.


Secondo molti osservatori della Chiesa,  in Cina sono sempre più necessari vescovi con un alta qualifica negli studi perché la Cina è una società in grande cambiamento e perché gli stessi fedeli sono sempre più istruiti ed esigenti.


Il vescovo Feng ha insegnato inglese e filosofia nel seminario di Shijiazhuang, la capitale dell’Hebei (270 km a sud-est di Pechino), e anche nel seminario minore di Hengshui.


Attualmente nella diocesi vi sono 28 sacerdoti, 60 suore e 26 mila cattolici. Hengshui è considerata un diocesi piccola, dato che in Hebei in media vi sono diocesi con almeno 100 mila cattolici.


L’ordinario di Hengshui è Chen Xilu, 75 anni, da due anni malato e in coma per una emorragia cerebrale. Nella diocesi vive anche un altro vescovo in pensione, mons. Peter Fan Wenxing.