(AsiaNews) I frutti della terra ci richiamano l’Eucaristia

Notizie

14 Novembre 2004 – VATICANO


Il Papa: “ringraziamo Dio per i frutti della terra”


Dobbiamo essere pronti a condividerli con chi è nel bisogno


Città del Vaticano (AsiaNews) – Il ringraziamento a Dio per i frutti della terra raccolti nel corso dell’anno si unisce, per il cristiano con la gratitudine a Dio per il dono dell’Eucaristia, che viene celebrata proprio presentandogli il pane ed il vino, che sono frutti della terra e del lavoro e con la disponibilità a dividere le nostre risorse con coloro che ne hanno bisgno. Sono state collegate all’Eucaristia, nell’Anno ad essa dedicato, le parole del Papa, apparso in buone condizioni, per la odierna Giornata del Ringraziamento, dette ai diecimila fedeli presenti in piazza San Pietro per la recita dell’Angelus, in una giornata ventosa e con l’incombente minaccia della pioggia.


“Oggi –ha detto Giovanni Ppaolo II – in Italia si celebra la Giornata del Ringraziamento a Dio per i frutti della terra raccolti durante l’anno. La celebrazione principale si svolge a Genova, scelta quest’anno quale “Capitale europea della cultura”. Mi unisco volentieri con la preghiera che si eleva dalla comunità ecclesiale genovese e da tutti coloro che operano a vario titolo nel settore agricolo”.


“Per noi cristiani –ha aggiunto – il ringraziamento si esprime pienamente nell’Eucaristia. In ogni santa Messa, benediciamo il Signore, Dio dell’universo, presentandogli il pane e il vino, frutti ‘della terra e del lavoro dell’uomo’. A questi semplici alimenti Cristo ha legato la sua oblazione sacrificale. Uniti a Lui, anche i credenti sono chiamati ad offrire a Dio la loro esistenza e il quotidiano lavoro. Maria, Madre della Divina Provvidenza, ci insegni – ha concluso il Papa – ad essere grati al Signore di quanto la natura e la fatica umana producono per il nostro sostentamento, e ci renda pronti a condividere le nostre risorse con quanti sono nel bisogno”.