(AsiaNews) ACS: 70 milioni per le Chiese in difficoltà

Notizie

25 Luglio 2005 – VATICANO


Nel 2004 “Aiuto alla Chiesa che Soffre” ha donato 70 milioni di euro in 137 paesi

Roma (AsiaNews/ ACS) – Circa 70 milioni di euro è la cifra raccolta da “Aiuto alla Chiesa che Soffre” nel 2004 tra gli oltre 600.000 benefattori presenti nei 16 Paesi di Europa, America del Nord e del Sud e in Australia, nei quali l’Opera di diritto pontificio fondata nel 1947 da padre Werenfried van Straaten, ha sedi nazionali. In 137 nazioni sono stati realizzati circa 6.000 progetti con i quali, su indicazione dei vescovi locali, è stato assicurato alla Chiesa un sostegno affinché la pastorale non sia gravemente penalizzata o impedita dalla mancanza di mezzi economici o dalle difficoltà derivanti da violazioni del diritto alla libertà religiosa.


Tra i Paesi in cui sono giunti gli aiuti ACS da segnalare il Sudan, in cui nel 2004 sono stati realizzati progetti per oltre 1 milione di euro, l’Ucraina (circa 4,6 milioni di euro), Cuba (780.000 euro) e il Vietnam dove nelle iniziative realizzate sono stati investiti oltre 850.000 euro. Aiuti di minore entità, ma altrettanto significativi per la presenza della Chiesa, sono giunti anche in alcuni Paesi dell’Oceania, tra cui Vanuatu, Tonga e le Isole Salomone.


Tre le tipologie di progetti realizzati in Russia, con iniziative in favore della Chiesa cattolica (quasi 1,2 milioni di euro), della pastorale della Chiesa ortodossa (circa 800.000 euro) e di iniziative inter-confessionali, alle quali sono stati destinati oltre 1,2 milioni di euro.

Tra le urgenze pastorali alle quali è stato dato maggiore sostegno, vi sono l’edilizia religiosa (27,1%) con la costruzione o ristrutturazione di chiese, cappelle, seminari e conventi, i mezzi di comunicazione di ispirazione cattolica (17,3%) e la formazione teologica (17,2%), anche attraverso borse di studio nelle Università pontificie. La diffusione di letteratura religiosa, al quinto posto con il 13,2%, è anch’essa uno degli interventi primari di ACS, realizzato, in particolare, attraverso la stampa e diffusione della raccolta di testi biblici Dio parla ai Suoi figli. Nel 2004 ne sono state diffuse oltre 1,5 milioni di copie portando il totale della tiratura realizzata dal 1978, a oltre 40 milioni di esemplari che, tradotti in 150 lingue, sostengono la catechesi dei bambini in tutto il mondo .