ANNUNCIO DI CONCISTORO PER LA CREAZIONE DI NUOVI CARDINALI

Papa

Al termine dell’Udienza Generale di oggi, festa della Cattedra di San Pietro, il Santo Padre Benedetto XVI ha annunciato per il prossimo 24 marzo un Concistoro nel quale procederà alla nomina di alcuni nuovi Cardinali.
ANNUNCIO DI CONCISTORO PER LA CREAZIONE DI NUOVI CARDINALI

Al termine dell’Udienza Generale di oggi, festa della Cattedra di San Pietro, il Santo Padre Benedetto XVI ha annunciato per il prossimo 24 marzo un Concistoro nel quale procederà alla nomina di alcuni nuovi Cardinali.

Queste le parole del Papa:

PAROLE DEL SANTO PADRE

La festa della Cattedra di San Pietro è giorno particolarmente appropriato per annunciare che il prossimo 24 marzo terrò un Concistoro, nel quale nominerò i nuovi Membri del Collegio cardinalizio. Questo annuncio si colloca opportunamente nella festa della Cattedra, perché i Cardinali hanno il compito di sostenere ed aiutare il Successore di Pietro nell’adempimento dell’ufficio apostolico che gli è stato affidato a servizio della Chiesa. Non a caso, negli antichi documenti ecclesiastici, i Papi qualificavano il Collegio cardinalizio come “pars corporis nostri” (cfr F.X.Wernz, Ius Decretalium, II, n.459). I Cardinali infatti costituiscono intorno al Papa una sorta di Senato, di cui egli si avvale nel disimpegno dei compiti connessi col suo ministero di “principio e fondamento perpetuo e visibile dell’unità della fede e della comunione” (cfr Lumen gentium, 18).

Con la creazione dei nuovi Porporati, pertanto, intendo integrare il numero di 120 Membri Elettori del Collegio cardinalizio, fissato dal Papa Paolo VI di venerata memoria (cfr AAS 65, 1973, p.163). Ecco i nomi dei nuovi Cardinali:

1. Mons. WILLIAM JOSEPH LEVADA, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede;

2. Mons. FRANC RODÉ, C.M., Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica;

3. Mons. AGOSTINO VALLINI, Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica;

4. Mons. JORGE LIBERATO UROSA SAVINO, Arcivescovo di Caracas;

5. Mons. GAUDENCIO B. ROSALES, Arcivescovo di Manila;

6. Mons. JEAN-PIERRE RICARD, Arcivescovo di Bordeaux;

7. Mons. ANTONIO CAÑIZARES LLOVERA, Arcivescovo di Toledo;

8. Mons. NICOLAS CHEONG-JIN-SUK, Arcivescovo di Seoul;

9. Mons. SEAN PATRICK O’MALLEY, O.F.M. Cap., Arcivescovo di Boston;

10. Mons. STANIS_AW DZIWISZ, Arcivescovo di Cracovia;

11. Mons. CARLO CAFFARRA, Arcivescovo di Bologna;

12. Mons. JOSEPH ZEN ZE-KIUN, S.D.B., Vescovo di Hong Kong.

Ho deciso inoltre di elevare alla dignità cardinalizia tre ecclesiastici di età superiore agli ottant’anni, in considerazione dei servizi da essi resi alla Chiesa con esemplare fedeltà ed ammirevole dedizione.

Essi sono:

1. Mons. ANDREA CORDERO LANZA DI MONTEZEMOLO, Arciprete della Basilica di S.Paolo fuori le Mura;

2. Mons. PETER POREKU DERY, Arcivescovo emerito di Tamale (Ghana);

3. P. ALBERT VANHOYE, S.I., il quale fu benemerito Rettore del Pontificio Istituto Biblico e Segretario della Pontificia Commissione Biblica.

Nella schiera dei nuovi Porporati ben si rispecchia l’universalità della Chiesa: provengono infatti da varie parti del mondo e rivestono mansioni diverse nel servizio al Popolo di Dio. Per essi vi invito ad elevare a Dio una particolare preghiera al Signore, affinché conceda loro le grazie necessarie per svolgere con generosità la loro missione.

Come ho detto all’inizio, il prossimo 24 marzo terrò l’annunciato Concistoro e il giorno successivo, 25 marzo, Solennità dell’Annunciazione del Signore, avrò la gioia di presiedere una solenne Concelebrazione con i nuovi Cardinali. Per detta circostanza inviterò pure tutti i Membri del Collegio cardinalizio, con i quali ho in animo di avere anche una riunione di riflessione e di preghiera il giorno precedente, 23 marzo.

Concludiamo ora con il canto del Pater noster